QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 17 novembre 2019

Attualità venerdì 02 agosto 2019 ore 17:52

Vietato sprecare acqua, firmata l’ordinanza

Dopo l’ordinanza di Campiglia anche il sindaco di San Vincenzo dice stop agli sprechi e detta una serie di accorgimenti per non sprecare l’acqua



SAN VINCENZO — Dal primo Agosto al 30 Settembre nel Comune di San Vincenzo vigono specifiche misure per il risparmio idrico. Pubblicata una apposita delibera firmata dal sindaco Alessandro Massimo Bandini che vieta l’utilizzo dell’acqua proveniente dall’acquedotto urbano e rurale per scopi diversi da quelli igienico-domestici.

Tra i divieti si segnala: il lavaggio dei veicoli in generale; l'irrigazione di orti, piante e giardini; l'irrigazione degli impianti sportivi pubblici e privati, comunque gestiti; l’uso di acqua proveniente dalle colonnine pubbliche per usi diversi da quelli igienico o potabile; ogni altro uso diverso da quelli previsti dai contratti di fornitura idrica per uso domestico.

Il divieto non si applica, stando alla delibera, quando vengono utilizzate acque non potabili distribuite in apposite condotte separate da quelle della rete potabile; agli impianti di lavaggio auto debitamente autorizzati.

Inoltre è chiesto a tutte le strutture alberghiere e turistico ricettive in genere di esporre nelle camere e negli ambienti destinati all’ospitalità una targhetta informativa che inviti gli ospiti a contenere il consumo di acqua allo stretto indispensabile e per i soli fini igienico-sanitari e potabili.

Chiunque violi il provvedimento è sottoposto all’applicazione della sanzione amministrativa da 100 a 500 euro. La Polizia Locale ed il personale dipendente del Gestore con funzioni di vigilanza sono incaricati del controllo sul rispetto dell’ordinanza.

Scorrendo il documento sono indicate alcune eccezioni qualora per inderogabili e improrogabili necessità di pubblico interesse, oltre che per garantire il mantenimento e la buona conduzione del patrimonio pubblico che in caso contrario potrebbe danneggiarsi irrimediabilmente, il personale dipendente dell'Amministrazione Comunale può derogare ai divieti e alle limitazioni adottando gli opportuni, efficaci accorgimenti per ottenere il massimo risparmio idrico.



Tag

Maltempo, nubifragio sul litorale romano: mareggiata a Santa Marinella

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità