QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 20°24° 
Domani 21°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 18 giugno 2019

Cronaca giovedì 14 luglio 2016 ore 19:03

Morti in corsia, chieste altre analisi

Previste nuove indagini relative al caso delle morti sospette che vedrebbero coinvolta l'infermiera piombinese. Anche la riesumazione se necessario



PIOMBINO — Sii è svolto nella tarda mattinata di giovedì l'incidente probatorio al tribunale di Livorno. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Livorno, Antonio Pirato, durante l'incidente probatorio ha affidato l'incarico ai periti per verificare la presenza di anticoaugulanti nel sangue dei 13 pazienti.

Per l'accusa, infatti, sarebbero state le dosi di anticoagulante a causare la morte di 13 pazienti ricoverati nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Piombino. Al momento l'unica indagata è Fausta Bonino, scarcerata dopo 21 giorni di carcere per indizi non gravi a suo carico (leggi gli articoli consigliati).

Intanto sarebbe stato dato il via libera anche alla eventuale riesumazioni delle salme dei pazienti deceduti. Infine sono stati disposti anche altri esami ematologici e farmacologici. Sul caso lavoreranno quindici esperti, tra periti del giudice, consulenti del pubblico ministero e delle parti offese.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità