QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 10°18° 
Domani 21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 25 marzo 2019

Politica sabato 11 agosto 2018 ore 09:47

Pianificazione unitaria, il Pd risponde alle liste

Viola Ferroni e Massimiliano Roventini

Il Pd smonta le liste riguardo alle critiche esternate rispetto alla programmazione unitaria promossa dal Pd e risponde a Suvereto



PIOMBINO — La programmazione urbanistica unitaria portata avanti dal Pd non ha mai convinto le liste civiche unite della Val di Cornia tanto da intercettare delle contraddizioni

"Spiace leggere che l'apertura di una nuova fase di pianificazione coordinata dei Comuni della Val di Cornia venga letta come un elemento negativo dalle liste civiche del territorio. - si legge in una nota della Federazione Pd  - Il documento politico approvato dai Comuni di Piombino, Campiglia Marittima, San Vincenzo e Sassetta fornisce una rilettura complessiva degli obiettivi strategici e delle priorità del territorio, che sappiano coniugare sviluppo e tutela dell'ambiente. Spiace leggere tante inesattezze e tanta scarsa conoscenza delle attività di pianificazione di questi anni". 

"L'ufficio di Piano, attivato dalla convenzione firmata nel Novembre 2015, ha in questi anni lavorato e condiviso le scelte urbanistiche operate dai singoli Comuni, che hanno scelto di apporre delle modifiche ai propri strumenti urbanistici, per dare delle risposte al modificato quadro economico e sociale del territorio. - hanno ricordato Massimiliano Roventini, assessore Urbanistica e attività produttive comune di San Vincenzo, Carla Maestrini, assessore urbanistica Comune di Piombino, e Viola Ferroni, responsabile Urbanistica Pd Federazione Val di Cornia Elba - Pianificare insieme significa pianificare meglio e rispondere in modo più soddisfacente alle mutate esigenze createsi in un territorio".

A proposito della Variante di ripianificazione delle aree industriali, per il Pd è stata l'occasione di "ripensare le aree più strategiche di Piombino allontanando la siderurgia dalla città e liberando spazio per nuove attività dalla logistica, alle attività retroportuali, alle Pmi". Riguardo alla variante della Tenuta di Rimigliano il dimensionamento delle costruzioni è diminuito da 30.500 mq a 19.200 mq e "prevedere il mantenimento dei caratteri paesaggistici strutturanti della tenuta".

"Infine, - si conclude nella nota Pd - sulla mancata partecipazione del Comune di Suvereto all'ufficio di piano, respingiamo al sindaco Parodi la scelta di non aderire alla convenzione, motivata nel suo Consiglio comunale con la decisione di rivendicare maggiore autonomia, rispetto agli altri Comuni, riguardo alle politiche di governo del territorio".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Attualità

Cronaca