QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 16°20° 
Domani 13°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 15 ottobre 2019

Attualità lunedì 11 luglio 2016 ore 17:47

Anche il circolo di fabbrica vuole Rebrab

Valerio Pietrini, il segretario del circolo

Alla luce degli sviluppi del progetto per lo stabilimento Aferpi, entra in ballo anche il Circolo delle fabbriche Pd che chiede un incontro al Mise



PIOMBINO — "Pur riconoscendo gli sforzi del gruppo dirigenziale della stessa azienda, rimaniamo critici e attenti alla situazione attuale dello stabilimento". A preoccupare, infatti, è la scarsa profondità produttiva dei treni di laminazione dovuta a una difficoltà di liquidità che non permette il regolare acquisto di blumi e billette necessarie a garantire un più regolare flusso produttivo anche in previsione dello smaltimento degli ordini già acquisiti (ad esempio Rfi, ferrovie turche e ferrovie iraniane).

"Condividiamo in pieno la richiesta fatta dai sindacati di zona di un confronto chiarificatore da tenere al Mise direttamente con Rebrab per valutare le reali capacità finanziarie necessarie a sostenere il progetto annunciato. - ha dichiarato in una nota il circolo - Riteniamo a questo punto necessario anche a Piombino, come in altre realtà di aree di crisi complessa e strategiche per l'economia del paese, di valutare il ricorso al supporto della Cassa Depositi e Prestiti a sostegno del progetto complessivo sulla nostra città".

Al ministro Poletti, poi, la richiesta di discutere la possibilità di estendere gli ammortizzatori sociali attualmente già in vigore o prevederne di nuovi fino al completamento del progetto di riconversione industriale.



Tag

Manovra, Conte: «Quota 100 rimane, questo è l'indirizzo politico»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità