QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 19°25° 
Domani 18°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 20 settembre 2019

Attualità lunedì 13 agosto 2018 ore 19:40

Resta la lente di Legambiente su Salivoli

Il luogo del campionamento Goletta Verde (Foto Legambiente)

Finito il viaggio di Goletta Verde, illustrato il dossier Legambiente. Quasi la metà dei campioni è inquinata, la foce del rio Salivoli tra questi



PIOMBINO — A indagare sulla qualità del mare e dei laghi ci ha pensato Goletta Verde e Goletta dei Laghi. Anche quest’anno la nave battente bandiera Legambiente, grazie al sostegno di Conou - Consorzio nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli oli minerali usati, e dei partner Novamont e Ricrea (Consorzio nazionale riciclo e recupero imballaggi acciaio, è andata a caccia di inquinamento, punti critici e scarichi fognari non depurati che possono mettere a repentaglio la salute dei bagnanti e quella dell’intero ecosistema.

Goletta Verde ha fatto tappa anche a Piombino per la precisione in località Marina di Salivoli e gli addetti hanno effettuato dei campionamenti in prossimità della foce del rio Salivoli segnalando la presenza di un forte inquinamento. La nave di Legambiente era già approdata nella stessa zona registrando un esito positivo del monitoraggio nel 2016 e negativo nel 2017. Anche quest'anno Goletta Verde denuncia e boccia la qualità delle acque del tratto di costa urbana.

Il giudizio di Goletta Verde viene dato in base a degli standard ben precisi, ottenuti dalle analisi microbiologiche che hanno come riferimento i valori limite per la balneazione indicati dal Decreto del Ministero della Salute nel 2010.

A fare il punto della situazione sulla qualità delle acque è stata anche l’Arpat che ha assicurato come il golfo di Salivoli sia sorvegliato speciale mediante il monitoraggio mensile del punto ufficiale di controllo posto di fronte ai bagni di Salivoli.

L'area balneabile occupa la maggior parte del golfo, mentre la parte che interessa lo specchio d'acqua da est dell’ingresso del porto e alla foce del fosso Rio Salivoli è interessata da un divieto permanente di balneazione come specificato in una nota nella quale Arpat ha sottolineato la stretta collaborazione con Comune, Azienda Usl e Capitaneria di porto.

“La salute dei nostri mari è sempre più a rischio a causa della maladepurazione, dei rifiuti galleggianti e spiaggiati, e delle continue illegalità ambientali, che seguitano a sfregiare coste e territori italiani – ha commentato Davide Sabbadin, portavoce di Goletta Verde, durante la presentazione dei dati raccolti – purtroppo anche in Toscana i risultati deludenti in prossimità di numerosi foci e canali di questa regione non ci sorprendono, dal momento che il problema riguarda non solo le aree costiere ma interessa gran parte del territorio nazionale”.

L’area di Piombino, infatti, è una delle 9 zone toscane risultate con cariche batteriche molto elevate su 20 punti della costa toscana monitorati tra il 13 e il 19 giugno. Complessivamente, in Italia, il 48 per cento dei campioni prelevati dai nostri mari risulta "fortemente inquinato” (39 per cento) e “inquinato” (9 per cento). Secondo l'associazione ambientalista, i risultati negativi sono sicuramente da attribuire alla mala depurazione.



Tag

«Rilanciamo il turismo con le donne in vetrina», la proposta del consigliere regionale leghista toscano che indigna

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità