Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO18°29°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 24 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Miami, crolla un palazzo di 12 piani: le prime immagini

Attualità domenica 05 agosto 2018 ore 12:00

A Rimigliano 103 le uova ma solo 58 tartarughine

Dopo 7 giorni dalla prima schiusa, gli esperti hanno deciso di aprire il nido di tartaruga Caretta Caretta. C'erano 103 uova, il bilancio



SNA VINCENZO — Nel nido di tartaruga Caretta caretta c'erano 103 uova, ma non tutte le piccole tartarughine sono riuscite a vedere la luce. In totale sono 58 le piccole di tartaruga contate nel parco di Rimigliano a San Vincenzo, 52 hanno raggiunto il mare autonomamente, altre 6 sono state trovate ancora vive sotto la sabbia.

Questo il bilancio diffuso da Arpat, l'Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, a seguito della decisione di aprire il nido. L'andamento discontinuo della schiusa, considerando le nascite troppo lente, la rete di Osservatorio Toscano Biodiversità ha deciso di procedere all'apertura del nido nella notte tra venerdì 3 e sabato 4 Agosto.

Come è stato illustrato nel rapporto Arpat, all'interno del nido sono stati ritrovati numerosi gusci rotti e vuoti, da cui sono uscite le tartarughe vive emerse dalla sabbia, 6 tartarughine ancora vive, alcune uova integre non schiuse e diverse tartarughe morte ancora in parte all'interno dell'uovo.

In totale questo nido era costituito da 103 uova dalle quali sono nate 58 tartarughe. Il successo riproduttivo del nido si attesta quindi intorno al 56 per cento; rispetto ai nidi toscani degli altri anni i numeri non sono molto alti ma nel complesso l'andamento di questo nido si può ritenere soddisfacente.

Tutto il materiale raccolto sarà consegnato ai veterinari dell'IZSLT di Pisa, hanno spiegato dall'Arpat, che eseguiranno esami anatomo patologici, virologici e batteriologici per cercare di capire quale può essere stata la causa di una così alta mortalità all'interno della camera del nido. Utili le analisi per le comparazioni con le precedenti nidificazioni toscane.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Commissario tecnico federale di ju-jitsu e caporeparto alla Jsw, lascia la moglie e due figlie
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Lavoro