comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:58 METEO:PIOMBINO10°16°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 04 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Com'è nata la Luna? La simulazione creata dal super computer

Attualità mercoledì 07 ottobre 2020 ore 11:25

Consorzio di bonifica,ecco gli avvisi di pagamento

Nel tributo 2020 alcune differenze rispetto al tributo dell'anno precedente con l'obiettivo di omogeneizzare e distribuire il costo degli interventi



CAMPIGLIA MARITTIMA — In arrivo gli avvisi di pagamento relativi all’anno 2020 del Consorzio di Bonifica 5 Toscana Costa.

Il contributo richiesto, ricordano dal consorzio, è finalizzato alle attività di manutenzione ordinaria e di vigilanza che l’ente svolge sul reticolo idrografico in gestione, per assicurare lo scolo delle acque, la salubrità e la difesa idraulica del territorio e la regimazione dei corsi d'acqua naturali. Inoltre, attraverso apposita convenzione stipulata con la Regione Toscana, svolge attività di sorveglianza e pronto intervento durante le allerte meteo.

Un gettito complessivo per l’Ente di 7.460.815 euro con il quale si finanzia l’attività quotidiana che il Consorzio 5 Toscana Costa svolge in 42 comuni, su cui si sviluppano 3.300 chilometri di corsi d’acqua compresi quelli di competenza regionale (fiume Cornia, fiume Pecora ed affluenti). Ad oggi i lavori programmati nel 2020 (in corso di esecuzione), rispetto al 2019, hanno registrato un incremento del 12,8 per cento.

Il Consorzio gestisce anche 7 impianti idrovori dislocati nei Comuni di Livorno, Rosignano Marittimo e Piombino, 22 casse di espansione e ha il compito di soddisfare il fabbisogno idrico di molte aziende agricole della Val di Cornia, attraverso 4 distretti irrigui in grado di mettere a disposizione 700.000 mc di acqua per le coltivazioni in essere.

“Ciascun consorziato – ha dichiarato il presidente Vallesi - potrà vedere nel tributo 2020 alcune differenze rispetto al tributo dell'anno precedente, in alcuni casi una diminuzione, in altri un aumento, questo con l'obiettivo di omogeneizzare e distribuire il costo degli interventi, proporzionalmente al beneficio diretto derivante dall'attività svolta dal Consorzio, così come disciplinato dalla Legge Regionale 79/2012”.

Il tributo è deducibile dalla dichiarazione dei redditi.



Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità