Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:53 METEO:PIOMBINO14°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 27 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Intervista con Curcio (Protezione civile): «In Italia censite 625 mila frane, l'evento di Ischia difficile da prevedere»

Cultura martedì 23 febbraio 2021 ore 09:40

Per una sera luci accese al teatro dei Concordi

Il Teatro dei Concordi

Il Teatro dell'Aglio gestore del Concordi in collaborazione con il Comune ha aderito all'iniziativa nazionale gruppo di attori di U.N.I.T.A.



CAMPIGLIA MARITTIMA — Il Teatro dei Concordi di Campiglia Marittima ha eccezionalmente riacceso simbolicamente le sue luci, aderendo all'appello degli attori italiani.

Garantendo l’osservanza di tutte le norme, il Teatro dell’Aglio come gestore del Concordi, in collaborazione con il Comune di Campiglia Marittima, ha sposato l’iniziativa Facciamo luce sul teatro in programma lunedì 22 Febbraio dalle 18,30 alle 21,30, promossa a livello nazione dal gruppo di attrici e attori di U.N.I.T.A. Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo per sensibilizzare sul difficile periodo che sta vivendo la categoria così come tutti gli spettatori.

"Tanti amici della Cultura sono venuti a trovarci per partecipare, da fuori, in un ordinato e surreale silenzio, a quello che, tutti noi, speriamo possa essere l'inizio di una rinascita. - si legge sui profili istituzionali dell'ente - Vogliamo tornare a teatro, vogliamo farlo in modo sicuro e con responsabilità, ma vogliamo farlo, ne abbiamo bisogno. Reclamiamo questa possibilità, la salute del corpo e quella dell'anima sono inscindibili, se non c'è l'una non può esserci neanche l'altra".

Al pianoforte il maestro Vincenzo Audino, docente di pianoforte al Conservatorio statale di La Spezia, che ha eseguito brani di Morricone, Schubert e Satie. A seguire il concerto di altre amiche del Teatro Concordi: Silvia Gasperini, che ha eseguito brani di Puccini e Rossini, e poi Elena e Anastasia Cherkasova, che si sono esibite in brani di Tchaikowsky e Massenet. I brani musicali si sono alternati alle letture di alcuni attori del Teatro dell'Aglio: Gianluca Orlandini, Lidia Di Maria, Kim Amelotti, Daniele Gargano e Riccardo Fulcheris. 

La musica era udibile all'esterno del teatro, dove una piccola folla di passanti e di amici del teatro si sono raccolti in maniera ordinata per manifestare la loro vicinanza e il proprio desiderio di vedere presto riaprire i teatri.

"Grazie a tutti coloro che hanno voluto essere presenti, sul palcoscenico o all'esterno del teatro, e ci hanno ancor più convinti di quanto i teatri siano un importante presidio di socialità delle comunità. - hanno commentato dal Teatro - Un ringraziamento speciale all'assessore Gianluca Camerini, per aver testimoniato con la sua presenza l'attenzione dell'Amministrazione comunale di Campiglia Marittima al mondo del teatro, e per aver realizzato questo suggestivo video (guarda il link qui sotto, ndr) dove lo splendore di quel gioiello che è il Teatro dei Concordi è esaltato dalla suggestione delle note delle Gymnopedie di Erik Satie".

Al pianoforte il m.o Vincenzo Audino, docente di pianoforte al Conservatorio statale di La Spezia, che ha eseguito brani...

Pubblicato da Teatro Comunale dei Concordi su Lunedì 22 febbraio 2021

Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ascolta Piombino ha depositato una mozione, dove s’impegna l’amministrazione a sedere al tavolo delle trattative per le compensazioni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

RIGASSIFICATORE

Attualità

Attualità

Attualità