QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12°14° 
Domani 14°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 06 dicembre 2019

Attualità martedì 29 dicembre 2015 ore 16:38

Verso una vera integrazione

L’assessore Alberta Ticciati fa il punto della situazione sui richiedenti asilo politico che il Comune di Campiglia Marittima sta ospitando



CAMPIGLIA MARITTIMA — L’assessore alle politiche sociali Alberta Ticciati fa il punto della situazione sui richiedenti asilo politico che il Comune di Campiglia Marittima sta ospitando nelle strutture di Venturina Terme. Queste persone, tutte giovani, sono ad oggi suddivisi in tre strutture: 49 sono persone alloggiate ai 5 Lecci e 15 quelle presenti all'hotel La Rosa dei Venti; in totale 64 persone la cui permanenza sul territorio e' gestita ed organizzata dall'Associazione Homo Diogene. A questi soggetti si aggiungono i 7 ragazzi che risiedono in un appartamento in via Puccini gestito dalla Coop Odissea

L'Amministrazione comunale ha attivato, con la collaborazione della Cooperativa Giovanile di Lavoro e con le Associazioni del territorio, alcune attività di volontariato per impegnare i richiedenti asilo politico nella cura e nella manutenzione del verde del territorio. Fino al mese di dicembre i ragazzi della Cooperativa Odissea hanno portato a termine lavori di decoro urbano, come piccola manutenzione, taglio del verde e lavori simili. Questa attività da gennaio sarà temporaneamente sospesa, su richiesta dello stesso soggetto gestore, perché i ragazzi saranno impegnati in altre attività altrettanto importanti: uno dei ragazzi di via Puccini ha iniziato un tirocinio formativo "Garanzia Giovani" con una azienda agricola del territorio e gli altri quattro saranno impegnati dal prossimo gennaio in attività di tirocinio curriculare. I restanti due richiedenti asilo politico della piccola struttura del quartiere Quattro Strade saranno impegnati nel conseguimento della licenza di terza media e nella frequentazione dei corsi di italiano. 

I 64 ragazzi seguiti dall'Associazione Homo Diogene, inoltre, stanno proseguendo con le attività di volontariato, collaborando al progetto "Nonno vigile" dell'Auser, che si occupa di assistere i bambini all'ingresso e all'uscita da scuola, operando nel progetto “Buon fine”, che per tre volte a settimana impegna i volontari nella distribuzione di generi di prima necessità ai bisognosi, dando una mano alle associazioni sportive che gestiscono il Palazzetto dello sport e la palestra Altobelli per il mantenimento e la cura dei locali. 

"Il nostro tessuto associativo si è mostrato particolarmente attivo e ben disposto nel coinvolgere queste persone a tutti i livelli - ha dichiarato l'assessore - e mi preme in questa occasione ringraziare nuovamente tutte le associazioni per l'impegno e la collaborazione. I ragazzi - aggiunge Ticciati - stanno svolgendo presso le loro strutture anche importanti percorsi formativi ed informativi che non consistono soltanto nell'insegnamento della lingua del Paese che li accoglie, ma della sua cultura, delle sue leggi, dei diritti e dei doveri sulla base dei quali i cittadini italiani vivono, agiscono, si relazionano con il mondo circostante. Un percorso di conoscenza e sensibilizzazione importante che sta alla base della vera integrazione”.



Tag

Mes, Giarrusso: «Lo voteremo con il Pd? Questo lo dice lei»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

Attualità