Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:49 METEO:PIOMBINO20°25°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 17 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Conte e la crisi elettorale dei Cinquestelle. Ma che c’entra il governo Draghi?

Attualità lunedì 13 febbraio 2023 ore 08:24

“No al Palio sulla spiaggia di Marina di Bibbona”

Foto di archivio

Legambiente Costa Etrusca e Wwf contestano la nuova location del Palio dei cavalli come fatto per San Vincenzo e Cecina



BIBBONA — “I promotori del palio sulla spiaggia non hanno capito? O più probabilmente non voglio capire o ci sono interessi in gioco diversi da quel che si dice? Perché no al Palio sulla spiagge di Marina di Bibbona: sono le stesse che scrivemmo per San Vincenzo e poi Cecina, che scriveremo per qualsiasi spiaggia”.

Sono Legambiente Costa Etrusca e Wwf che contestano gli sviluppi del Palio dei cavalli svoltosi per alcuni anni a San Vincenzo e costretto a traslocare dopo l’arrivo della giunta Riccucci.

“Come associazioni del territorio desideriamo esprimere il nostro parere negativo riguardo alla scelta dell’Amministrazione di Bibbona di accogliere il Palio della Costa Etrusca su un tratto di spiaggia nel territorio comunale, per far proseguire questa giovanissima manifestazione, che dunque, non ha nulla di storico, è stata incentrata fino a qualche anno fa su una breve gara di cavalli sulla spiaggia di San Vincenzo: e come là anche a Bibbona richiederà la movimentazione di migliaia di metri cubi di sabbia per il livellamento e preparazione della pista, anche se verrà dopo riposizionata non avrà più la stessa conformazione e resistenza al mare”.

Come scritto anche negli scorsi anni, le associazioni sarebbero invece favorevoli a dare un contributo di idee e conoscenze se la corsa si svolgesse su un normale terreno o pista ippica preceduta o seguita da una passeggiata dei cavalli sulla riva del mare magari al tramonto per permettere a visitatori o appassionati di fare foto e filmati con cavalli e fantini.

“Le nostre associazioni - hanno proseguito - desiderano che sia cambiato il modo di guardare al territorio poiché lo stesso non è una merce riproducibile come un oggetto che esce da una fabbrica! Ma è un bene unico non riproducibile che abbiamo in prestito, da lasciare alle future generazioni! Mentre ci avviciniamo alla giornata del fratino che vedrà decine e decine di volontari pulire a mano chilometri di spiaggia, a poca distanza vorrebbero ruspare, spianare! Ci meravigliamo che l'amministrazione di Bibbona tra le prime in graduatoria per numero di presenze turistiche annue proprio per la bellezza del suo territorio non abbia tenuto conto di quanto sopra. Come ci meravigliamo di apprendere le cose per vie traverse invece di esserne informati preventivamente e direttamente, quando abbiamo dei rapporti regolari, tanto più quando riguardano l'ambiente”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno