Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PIOMBINO18°21°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 07 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Salvini ai suoi: «Chiederò per la Lega il ministero della famiglia e della natalità»

Attualità lunedì 28 gennaio 2019 ore 09:20

Strade provinciali, ordinanza per i confinanti

Foto di repertorio

La Provincia di Livorno ha emesso un'ordinanza in cui stabilisce come devono agire i soggetti che hanno terreni confinanti con le strade provinciali



PORTOFERRAIO — Con ordinanza n. 6 del 23 Gennaio 2019, la Provincia di Livorno tramite il responsabile del Servizio Viabilità ha stabilito quali sono i comportamenti che devono tenere i soggetti, pubblici o privati, che hanno terreni e proprietà confinanti con le strade provinciali.

Nell'ordinanza infatti si legge:

"A tutti i proprietari o soggetti aventi titolo sui fondi e terreni che confinano con il corpo delle strade di competenza della Provincia di Livorno: 

- di tenere regolate le siepi, compresa la vegetazione spontanea, in modo da non restringere o danneggiare le strade e le relative pertinenze, evitando in tal modo di arrecare potenziali pericoli per la pubblica incolumità;

- di tagliare i rami che si dovessero protendere oltre il confine stradale, che nascondano la segnaletica o ne compromettano la leggibilità dalla distanza e dall’angolazione necessaria; 

- di rimuovere, nel più breve tempo possibile, ramaglie di qualsiasi specie e dimensione che derivino dai terreni laterali privati, qualora per effetto di intemperie, o di qualsiasi altra causa naturale, vengano a cadere nelle cunette, fossi, o sul piano stradale; 

- di mantenere le siepi vive, impiantate fuori dai centri abitati alla distanza non inferiore ad un metro ed entro i tre metri dal confine stradale, ad un’altezza non superiore ad un metro;

- di verificare la stabilità degli alberi di alto fusto, qualora la loro altezza sia superiore alla distanza dal margine della strada, prevedendone la riduzione di altezza o l’abbattimento se sbandati o secchi; 

- di provvedere al mantenimento dell’efficienza idraulica delle opere sottostanti i passi carrabili privati, assicurando il regolare raccordo fra le fosse stradali a cielo aperto; 

- di provvedere affinché lo scolo e il deflusso delle acque naturali o piovane dai campi agricoli, dalle pertinenze dei fabbricati ecc, anche in caso di piogge cospicue e prolungate, non sia causa di dilavamento ed erosione del terreno con conseguente invasione di fango ed acqua delle sedi stradali pubbliche, ricordando altresì che, senza regolare concessione, è vietato incanalare acque di qualunque natura nei fossi e nelle cunette stradali;

- di non effettuare arature del terreno a distanza inferiore a tre metri dal confine stradale (misurato dal ciglio esterno del fosso di guardia o della cunetta, o dal piede della scarpata se la strada è in rilevato o dal ciglio superiore della scarpata se la strada è in trincea);

- di mantenere le ripe dei fondi laterali alle strade, sia a valle che a monte delle medesime, in stato tale da impedire il franamento o cedimento del corpo stradale, nonché la caduta di massi o altro materiale sulla strada".

Per chi non osserverà le disposizioni citate inoltre sono previste le sanzioni amministrative in base agli articolo 15, 16, 29, 30 e 31 previste dal Decreto legislativo del 30 April 1992  n. 285 “Nuovo Codice della Strada” e, in caso di inosservanza verso l’obbligo di adempiere, la Provincia provvederà con proprio personale e mezzi addebitando le conseguenti spese ai proprietari inadempienti.

L'ordinanza è valida da oggi 28 Gennaio 2019.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Guardia di Finanza ha posto la lente sulle attività di tutta la provincia dall’Elba a Livorno, passando per Piombino, Castiglioncello e Cecina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

RIGASSIFICATORE

Attualità