QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 24°28° 
Domani 23°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 16 luglio 2019

Attualità sabato 27 giugno 2015 ore 19:38

Parodi: "Accogliere è un dovere civile"

Giuliano Parodi, sindaco di Suvereto, commenta l'arrivo dei 14 profughi nel territorio comunale. E firma il protocollo per i lavori socialmente utili



SUVERETO — "Nelle settimane passate una Associazione umanitaria e una struttura privata di Suvereto hanno dato disponibilità alla Prefettura di Livorno per l'accoglienza di profughi sbarcati sulle nostre coste.

Come Sindaco ho ribadito più volte che le situazioni vanno governate e non subite per questo mi ero attivato con il Prefetto e con gli organi preposti per vigilare e seguire ogni evoluzione della cosa.

Nei giorni scorsi con il Prefetto di Livorno, le forze dell'ordine i responsabili ASL e i Vigile del Fuoco abbiamo fatto un sopralluogo per verificare la struttura e le professionalità che lavorano nell'associazione.

L'ASL ha dato parere positivo all'utilizzo della struttura indicando un numero massimo di migranti ospitabili, come Sindaco ho dato una serie di indicazioni precise da rispettare perchè i migranti siano ospitati nelle condizioni migliori per evitare qualunque tipo di insofferenza e di conseguenza "problema sociale". Come Amministratore ci tengo a comunicare che ho una responsabilità civile nei confronti dell'organo preposto ossia la Prefettura che gestisce questa situazione per conto del Ministero degli Interni.

Poche ore fa la Prefettura mi ha comunicato che in virtù dei nulla osta ottenuti dalle autorità competenti, questa notte invierà circa 14 profughi alla struttura di Suvereto sotto la sorveglianza dell'Associazione che ne è direttamente responsabile.

Come Sindaco, avendo un filo diretto con la Prefettura sto seguendo ora dopo ora l'evolversi della situazione e questa notte mi recherò personalmente a ricevere i profughi a Pisa nord insieme alle forze dell'ordine per i rituali accertamenti e foto-riconoscimenti.

Ieri in consiglio comunale abbiamo votato, primo comune della Provincia, il protocollo d'intesa con la Prefettura per poter fare integrazione seria dei migranti attraverso lo svolgimento di lavori socialmente utili, volontari e totalmente gratuiti.

Credo che la nostra comunità saprà, come sempre, distinguersi nell'accoglienza e nell'integrazione, per dimostrare che un emergenza se ben gestita non crea problemi ma può divenire risorsa. Perchè ogni essere umano è principalmente portatore di storie, perchè accogliere non è solo un dovere istituzionale ma civile ed umano proprio di tutti quelli che si riconoscono nei principi della nostra Costituzione e negli ideali che hanno fatto grande la nostra Italia dalla Resistenza alla nascita della Repubblica Democratica".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Attualità