Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:56 METEO:PIOMBINO10°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 28 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Variante Omicron, Johnson: «Tampone molecolare e autoisolamento per chi entra in Gran Bretagna»

Attualità martedì 27 novembre 2018 ore 16:07

Acciaio e rifiuti, Aferpi e Rimateria si alleano

Aferpi e Rimateria procederanno a uno studio di dettaglio per cogliere le alleanze legate a demolizioni, rimozione cumuli e produzione di acciaio



PIOMBINO — Si è svolto nella giornata di lunedì un incontro tra i vertici di Aferpi e quelli di Rimateria al fine di avviare un percorso per mettere in chiaro le reciproche opportunità di sviluppo, in funzione dell’importante trasformazione che interesserà il sito industriale e, più in generale, l’intero territorio della Val di Cornia.

Durante l’incontro, si apprende da una nota congiunta, si è definito che le due aziende inizieranno a brevissimo uno studio di dettaglio concernente tutte le opportunità di collaborazione attinenti le diverse fasi di sviluppo del sito industriale, ad iniziare da quella delle demolizioni ormai prossima a partire, per proseguire con quella relativa alla rimozione cumuli non pericolosi, successivamente con quella relativa agli scavi per le nuove costruzioni per finire al riciclo dei sottoprodotti della produzione di acciaio da ciclo elettrico.

Dall'incontro tra le due realtà è emerso "un reciproco interesse ad iniziare un'efficace e duratura collaborazione e che il percorso avviato da Rimateria per ampliare i volumi destinati allo smaltimento è decisamente funzionale al fabbisogno di Aferpi per l’auspicato ritorno alla produzione di acciaio".

"Prendendo le mosse dalla volontà di investire in impianti di produzione di acciaio innovativi e concepiti nell’ottica del massimo rispetto dell’ambiente e del territorio, - si prosegue nella nota - facendo proprio il sano principio di economia circolare, risulta necessario e in linea con quanto definito nell’accordo di programma del 24 Luglio 2018, l’utilizzo di un complesso integrato di impianti per il trattamento, il riciclo e lo smaltimento dei flussi di materia (sottoprodotti e residui di lavorazione) derivanti dalla produzione di acciaio e già oggi nella disponibilità di Rimateria". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il Prefetto D’Attilio ha firmato due nuovi provvedimenti che riguardano, dopo Livorno, i Comuni di Piombino e Cecina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità