comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PIOMBINO16°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 04 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, Conte: «Da subito attivo il piano ‘Italia cashless' per gli acquisti con carte, ma non online»

Attualità giovedì 23 aprile 2020 ore 15:30

Contributi per l’affitto, i bandi in Valdicornia

Portafoglio vuoto (Foto di repertorio)

Pubblicati in Val di Cornia i bandi per sostenere il pagamento dell’affitto di lavoratori dipendenti e autonomi danneggiati dall’emergenza Covid-19



VALDICORNIA — "Vogliamo sostenere le categorie più fragili, che, insieme a quelle produttive, sono fortemente a rischio a causa dell’emergenza che stiamo vivendo”, così il sindaco Francesco Ferrari ha illustrato la nuova misura introdotta dall’Amministrazione comunale per sostenere i lavoratori dipendenti e autonomi danneggiati dall’emergenza Covid-19 attraverso contributi straordinari per il pagamento degli affitti. I contributi straordinari per l'affitto possono essere richiesti anche negli altri Comuni della Val di Cornia.

Il Comune di Piombino ha approvato la delibera con la quale si stanzia la risorsa necessaria per il sostegno al pagamento del contributo, 35mila euro, utilizzando i residui del fondo Blocca sfratti. Il bando, sulla base del quale è possibile inviare la domanda, è pubblicato sul sito internet del Comune di Piombino, sezione Coronavirus. La richiesta di contributo potrà essere inviata entro il 15 Maggio prossimo utilizzando il modello pubblicato sul sito e inviandola all’indirizzo di posta elettronica contributoaffittocoronavirus@comune.piombino.li.it. La misura è destinata esclusivamente ai lavoratori dipendenti e autonomi che, in conseguenza dell'emergenza causata dal Coronavirus, abbiano cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro. In particolare, è necessario aver subito una diminuzione del reddito del nucleo familiare di almeno il 30 per cento per cause riconducibili all’emergenza epidemiologica del Covid-19.

La riduzione potrà essere riferita sia a redditi da lavoro dipendente (riduzione orario di lavoro, cassa integrazione), sia a redditi da lavoro autonomo (con particolare riferimento alle categorie la cui attività è stata sospesa a seguito dei provvedimenti del Governo), sia a redditi di lavoro con contratti non a tempo indeterminato di qualsiasi tipologia. Non possono fare richiesta gli assegnatari di alloggi Erp, per i quali sono già previste altre forme di sostegno e gli assegnatari di contributo per l’autonomia dei giovani della misura Giovanisì relativo al canone di locazione.

Il contributo coprirà il 50 per cento del canone di locazione per tre mensilità a partire da Aprile 2020 e non potrà essere superiore a 300 euro al mese.  Per presentare la domanda inoltre, è obbligatorio avere la residenza anagrafica nel Comune di Piombino nell’immobile in locazione per cui si richiede il contributo ed essere titolari del contratto di affitto e non avere proprietà o non godere di diritto di usufrutto, di uso o abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare, ubicato a distanza pari o inferiore a 50 Km dal comune in cui è presentata la domanda.  Bisognerà anche avere un Ise come nucleo familiare non superiore a 28.684 euro.

Dopo Piombino, anche altri comuni della Val di Cornia hanno attivato nuovi bandi per i contributi per l'affitto in attuazione della deliberazione della Giunta della Regione Toscana n. 442/2020.

Il Comune di Sassetta ha predisposto misure straordinarie a sostegno delle famiglie in difficoltà con il pagamento del canone di locazione in seguito all'emergenza epidemiologica da Covid-19. Il bando prevede un contributo del 50 per cento del canone mensile di locazione fino a un massimo di 250 euro.

Stesso provvedimento nel Comune di San Vincenzo, predisposto in attuazione della deliberazione della giunta regionale, prevede un contributo del 50 per cento del canone mensile di locazione, fino a un massimo di 250 euro. Il contributo sarà erogato per il trimestre Aprile-Giugno 2020, salvo proroghe, nei limiti delle risorse disponibili. Il Comune di San Vincenzo invierà la graduatoria definitiva alla Regione, che provvederà alla valutazione del riparto delle risorse disponibili e al loro trasferimento ai comuni. Questa misura straordinaria è destinata ai lavoratori dipendenti e autonomi che, in conseguenza dell'emergenza epidemiologica, abbiano cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro, e che non abbiano un ISE superiore a euro 28.684,36. Per la presentazione delle domande il termine è fissato per martedì 12 Maggio. Sui siti dei rispettivi Comuni è possibile consultare i requisiti e scaricare sia il bando che il modulo per inoltrare la domanda.

Attraverso il dirigente del settore servizi sociali il comune di Campiglia ha in pubblicazione dal 24 Aprile al 13 Maggio un avviso pubblico per l’assegnazione di contributi a sostegno del pagamento del canone di locazione delle abitazioni conseguente all’emergenza epidemiologica Covid-19. Il bando, finanziato dalla Regione Toscana con un contributo il cui ammontare non è ancora noto, è destinato ai lavoratori, autonomi o dipendenti, che in questo periodo del 2020 hanno riscontrato un reddito familiare di almeno il 30 per cento inferiore a quello certificato nello stesso periodo del 2019 calcolabile con i parametri Ise. Il bando integrale, modello di domanda e modalità di invio saranno pubblicate sul sito istituzionale del Comune. La graduatoria, in seguito all’istruttoria delle domande pervenute, sarà formalizzata entro 30 giorni dalla scadenza per la presentazione delle domande (entro quindi il 13 Giugno).

Anche a Suvereto a partire da lunedì 27 Aprile 2020 e fino a giovedì 21 Maggio 2020 i soggetti in possesso dei requisiti elencati nel bando possono presentare domanda per ottenere un contributo straordinario a sostegno del canone di locazione, fino ad esaurimento delle risorse disponibili, secondo i criteri e la ripartizione finanziaria stabiliti dalla sopra citata Deliberazione della Giunta Regionale della Toscana. Le famiglie che saranno in possesso dei requisiti previsti dal bando e rientreranno nella misura potranno ricevere un contributo calcolato sulla base del 50 per cento del canone di locazione, in misura non superiore a 250 euro al mese, comunque modulato, sulla base delle risorse economiche disponibili. Il contributo corrisponde a 3 mensilità successive a partire da Aprile 2020 e sarà corrisposto al permanere delle condizioni di accesso al contributo stesso. Eventuali proroghe della misura straordinaria saranno valutate esclusivamente sulla base dell’evoluzione dell’emergenza epidemiologica e saranno definite nella durata e nell’entità dalla Regione Toscana d’intesa con i Comuni. Il modello per presentare la domande è scaricabile dal sito del Comune o ritirato in formato cartaceo presso l’ Ufficio Protocollo del Comune di Suvereto. Per informazioni e assistenza alla compilazione della domanda è possibile contattare il numero telefonico 0565 829923, Ufficio scuola e sociale.



Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità