Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO12°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 02 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Amadeus: «Avremo degli applausi finti ma immagineremo che siano del pubblico a casa»

Attualità venerdì 20 novembre 2020 ore 17:36

"Incontreremo l'assessore regionale all'Ambiente"

Carla Bezzini e Francesco Ferrari

Il sindaco Ferrari e l'assessora Bezzini vogliono spiegare al nuovo assessore tutte le ragioni contrarie al progetto di Rimateria



PIOMBINO — Il sindaco di Piombino Francesco Ferrari e l'assessora all'Ambiente Carla Bezzini hanno chiesto al nuovo assessore regionale all'Ambiente un incontro urgente perché deve essere informata sul fatto che "Piombino è profondamente contraria al progetto di costruzione di nuove discariche sul territorio". 

"La nostra programmazione urbanistica prevede in quell'area solo risanamento ambientale. - hanno spiegato - È parte fondativa del mandato con cui la città ci ha eletto e che intendiamo rispettare. Non vorremmo che l’assessore creda all’idea che Rimateria riveste un ruolo strategico nel quadro regionale della gestione dei rifiuti o a quella che possa rappresentare un presidio per le bonifiche di questo territorio. La discarica non è inserita nella programmazione regionale ma opera semplicemente nel libero mercato dei rifiuti speciali, importandoli da tutta Italia e perseguendo come legittimo fine quello del profitto dei soci privati. Nel fare questo, però, Rimateria continua a collezionare diffide, sospensioni dei conferimenti e proroghe per non essersi messa ancora a norma". 

"Anche con una produzione siderurgica locale, nessun piano industriale di Rimateria sarebbe economicamente sostenibile, tanto che nell’istanza di Aia si parla di rifiuti speciali a componente organica: - hanno aggiunto - per questo Rimateria ha già chiesto al demanio la modifica della concessione rispetto alla tipologia dei rifiuti da conferire. Rimateria, quindi, non è interessata a mettersi in relazione con l’economia circolare, né con le bonifiche del territorio: vuole solo la tombatura di aree per costruirci sopra altre discariche". 

"Fin tanto che questi rimarranno i presupposti, Rimateria non potrà portare alcun beneficio a Piombino. - e hanno concluso - Il nostro è un territorio che troppo ha dato in termini di aggressione ambientale: la sua riconversione passa anche dall'abbandono dell'idea che esso possa essere il polo nazionale dei rifiuti".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità