Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO23°25°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 17 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Forum sul clima, Draghi: «Finora siamo venuti meno agli accordi di Parigi, possibili conseguenze catastrofiche»

Attualità sabato 27 marzo 2021 ore 18:35

Ex Carsal, un progetto dedicato alla disabilità

Un momento della visita del sindaco e dell'assessora

L’iniziativa in collaborazione con la Società della salute per favorire il benessere, la piena inclusione e l’autonomia delle persone con disabilità



PIOMBINO — Il sindaco di Piombino Francesco Ferrari e l'assessora alle Politiche sociali Carla Bezzini hanno fatto visita allo stabile ex Carsal che, proprio in questi giorni, riapre con un progetto dedicato alla disabilità realizzato in collaborazione con la Società della salute Valli Etrusche dal titolo Le chiavi di casa. Insieme per un abitare supportato intitolato a Jacopo Baroncelli. 

L’iniziativa è finalizzata a favorire il benessere, la piena inclusione e l’autonomia delle persone con disabilità prive del sostegno familiare o in vista di venirne meno. 

“Siamo orgogliosi di veder nascere un progetto come questo a Piombino - hanno commentato il sindaco Francesco Ferrari e l'assessora Carla Bezzini - in questo spazio le persone diversamente abili potranno sperimentare l’autonomia in sicurezza e imparare a gestire la propria quotidianità. È un progetto molto importante che siamo felici di poter ospitare in questo stabile riqualificato grazie a un intervento del Comune e della Regione Toscana”. 

Iniziato nel 2018, il progetto è frutto di una coprogettazione pubblico-privato con soggetto proponente capofila, la Società della Salute Valli Etrusche, soggetti partner e soggetti sostenitori. L’obiettivo è la realizzazione di un percorso di conoscenza, avvicinamento e inserimento in strutture abitative che riproducano le condizioni della casa familiare attraverso la definizione di tutte le tappe necessarie alla costituzione di un gruppo casa. Ciò accadrà tramite una filiera di azioni che permetteranno ai beneficiari di sperimentare in modo graduale e crescente la vita comunitaria, in particolare attraverso l’informazione e sensibilizzazione rispetto ai temi del durante e dopo di noi, l’inserimento in attività diurne, dei weekend fuori casa, dei soggiorni di breve durata e periodi medio-lunghi di abitare supportato. 

Tale progetto si inserisce nel sistema integrato dei servizi territoriali e coinvolge, per la realizzazione delle attività, i centri diurni per persone con disabilità presenti nella zona del distretto: l’appartamento Casa Mimosa di proprietà della Pubblica Assistenza di Cecina, l’appartamento Il Girasole di proprietà del Comune di Rosignano e l’edificio ex Carsal messo a disposizione e ristrutturato grazie a un ingente cofinanziamento del Comune di Piombino.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La lettera: "Buon esempio, spazi puliti e cestini lungo il tragitto potrebbero essere il punto di partenza per non crescere i 'mostri di domani'"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Attualità

Attualità