Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:59 METEO:PIOMBINO24°29°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 15 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Siccità grave anche in Germania, i livelli del fiume Reno ai minimi storici

Cronaca martedì 30 gennaio 2018 ore 18:08

Gravi irregolarità, fermo in porto cargo tunisino

Dai controlli il cargo al porto piombinese è risultato pieno di materiali non identificati da sbarcare. Irregolarità anche su igiene e sicurezza



PIOMBINO — Fermato dagli ispettori della sicurezza della navigazione della Guardia costiera un cargo battente bandiera tunisina al porto di Piombino.

Si tratta della cargo Sfax, 4.200 tonnellate di stazza per una lunghezza di circa 100 metri, arrivato il 25 Gennaio scorso dal porto spagnolo di Siviglia carica di materiali alla rinfusa da sbarcare a Piombino. Di questi, circa 4mila tonnellate di biomasse, citate nella richiesta di autorizzazione allo sbarco presentata all’autorità marittima, hanno sollecitato l’attenzione dei militari della Guardia costiera piombinese, in quanto la merce, come poi verificato tramite l’ausilio del chimico del porto, immediatamente coinvolto per le analisi sul prodotto, risultava appartenente ad una categoria diversa da quella dichiarata. Al momento dello sbarco mancavano le specifiche attestazioni di non pericolosità come previsto dalle disposizioni internazionali in materia.

Il Comandante della nave, un egiziano di 35 anni, rischia adesso le sanzioni previste dal codice della navigazione. Dai controlli sono emerse anche altre violazioni, contestate dai militari della Guardia costiera.

Giubbotti di salvataggio non a norma per i 20 componenti dell’equipaggio, vie di sfuggita bloccate in alcune parti della nave, impianto antincendio malfunzionante, cavi d’ormeggio in pessimo stato, ma anche problematiche riguardanti aspetti igienico sanitari hanno portato al fermo dell’unità, adesso bloccata nel porto piombinese, con un provvedimento cosiddetto di detenzione, revocabile solo dopo le visite dell’ente di classifica e dell’amministrazione di bandiera e, di fatto, dopo il ripristino degli standard minimi di sicurezza.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La denuncia dell’assessore alla Sanità del Comune di Piombino Carla Bezzini: “Non si dimettono più le persone nelle ore notturne”
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Attualità