Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:40 METEO:PIOMBINO12°24°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Salari, premierato, redditometro, a Trento il duello (sul palco) Meloni-Schlein

Lavoro venerdì 28 ottobre 2022 ore 18:07

Jsw, “interagire subito con i nuovi ministri”

I sindacati hanno incontrato i parlamentari Potenti (Lega) e Tenerini (Forza Italia) per riportare la vertenza siderurgica all’attenzione del governo



PIOMBINO — In questi giorni, dando seguito alle decisioni assunte durante l’ultimo Consiglio di Fabbrica dalla Rsu Jsw Steel Italy - Piombino Logistics - Gsi, le Segreterie Fim-Fiom-Uilm insieme ai rappresentanti di Usb e Uglm, hanno iniziato una serie di incontri con i neo eletti parlamentari e senatori della provincia di Livorno per fare con loro un punto sulla vertenza Jsw piombata nel silenzio.

“In questi mesi Piombino è stata al centro della cronaca nazionale per la vicenda del rigassificatore che viene considerata un’opera strategica e di rilevanza nazionale, si discute di un Memorandum e di compensazioni da chiedere al nuovo Governo, ma si continua a parlare troppo poco del futuro dello stabilimento piombinese e di quello dei molti lavoratori che sono sempre più in difficoltà economica a causa di oltre 8 anni di cassa integrazione e con degli stipendi che permettono a malapena di sopravvivere a causa anche dell’aumento del costo della vita, dell’energia e del gas”, hanno commentato i sindacati.

“Negli incontri tenuti con il senatore della Lega Manfredi Potenti e con la parlamentare di Forza Italia Chiara Tenerini, abbiamo chiesto loro di interagire quanto prima con i ministri interessati alla nostra vertenza affinchè il Governo si renda finalmente parte attiva nell’interesse del nostro territorio, visto anche gli sforzi che vengono richiesti per interessi nazionali. - hanno spiegato -
Questo territorio è allo stremo, da anni catalogato come Area di Crisi Complessa ma mai trattato e governato con norme straordinarie per poterlo rilanciare, sommerso da tante promesse spese ma mai realizzate. Abbiamo chiesto, durante gli incontri con i politici, che si attivino affinchè ci sia nella gestione della nostra vertenza un coinvolgimento delle parti sociali che con gli ultimi Governi è mancato completamente e ci hanno garantito che lavoreranno in sinergia e sintonia tra loro, uno dal Senato e l’altro dalla Camera dei Deputati, per fare attivare direttamente il nuovo Ministro delle Imprese e del Made in Italy (ex MiSe)”.

“Apprendiamo con cauta soddisfazione le recenti dichiarazioni del Ministro Adolfo Urso di volere iniziare la sua attività partendo proprio dai dossier della siderurgia italiana e quindi da Piombino e dall'Ilva, le riteniamo positive anche se tutte da monitorare, attendendolo alla prova dei fatti. - hanno proseguito - Nei prossimi giorni incontreremo anche i parlamentari dell'opposizione, così come chiederemo ulteriori incontri specifici anche al sindaco e al presidente della Regione Toscana, affinchè la vertenza siderurgica di Piombino diventi una priorità dell'agenda del nuovo Governo”.

Il senatore Potenti e l’onorevole Tenerini hanno preso con i sindacati l’impegno di riferire prossimamente direttamente l’esito della loro interlocuzione con il ministro.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dovrà scontare quasi 9 anni di detenzione il 34enne originario dell'Est Europa ricercato per una serie di reati commessi tra il 2011 e il 2021
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Elezioni

Elezioni

Politica

Attualità