Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:12 METEO:PIOMBINO24°34°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 24 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Le fiamme avvolgono i boschi intorno a Vieste
Le fiamme avvolgono i boschi intorno a Vieste

Attualità lunedì 08 aprile 2024 ore 21:05

Nasce la Casa Madre Bambino

Da un appartamento confiscato alla criminalità organizzata nasce un luogo per aiutare le donne vittime di violenza a recuperare l’autonomia



PIOMBINO — È stata inaugurata la Casa Madre Bambino, un progetto realizzato dal Comune in collaborazione con la Sds Valli Etrusche. Si tratta di un appartamento confiscato alla criminalità organizzata, del quale il Comune ha chiesto l’assegnazione, per poi essere trasformato in uno spazio sicuro da destinare a progetti rivolti alle donne vittime di violenza domestica e di genere e ai loro figli.

Non una casa rifugio ma un luogo dove le donne, dopo aver superato il primo momento di emergenza, possano recuperare l’autonomia. 

“Abbiamo sentito l’esigenza di creare uno spazio che potesse essere un luogo sicuro e accogliente per le donne sopravvissute alla violenza. - hanno dichiarato il sindaco Francesco Ferrari, l’assessore alle Pari opportunità Carla Bezzini e l’assessore alle Politiche sociali Vittorio Ceccarelli - Uno spazio dove, uscite dalla fase emergenziale in cui la segretezza dell’alloggio è prerogativa essenziale, possano ricominciare a costruire una vita autonoma insieme ai propri figli grazie a progetti dedicati realizzati in collaborazione con la Società della salute e gli assistenti sociali. Perché il punto non è solamente quello, seppur fondamentale, di allontanare le sopravvissute dal proprio abusante, ma anche quello di sostenerle in un percorso di ritorno alla normalità. Siamo convinti che questo alloggio sarà fondamentale per questo obiettivo”. 

La gestione dell’appartamento sarà affidata a un soggetto del terzo settore che, insieme alla Sds e agli assistenti sociali, si occuperà dell’assistenza alle donne che ci vivranno con progetti realizzati ad hoc.

“Per noi - hanno dichiarato Sandra Scarpellini e Laura Brizzi, rispettivamente presidente e direttrice della Sds Valli Etrusche - questa inaugurazione è un evento molto importante: questo alloggio consente di offrire un nuovo servizio che si aggiunge al quadro delle attività avviate nell’ultimo anno anche a Rosignano e Castagneto Carducci. Farà parte di una rete di supporto dedicata alle donne e ai minori che si trovano in situazioni di fragilità dovute alla violenza domestica e di genere”. 

L’appartamento potrà accogliere fino a due nuclei familiari. Il costo della realizzazione del progetto è di circa 70mila euro, l’80% dei quali reperiti tramite un bando regionale e il restante con risorse del Comune.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Era una persona molto conosciuta ed era stato dipendente del Comune di San Vincenzo. Il cordoglio dall'amministrazione comunale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Cronaca

Attualità