QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 8° 
Domani 7° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 11 dicembre 2019

Politica mercoledì 18 maggio 2016 ore 16:17

In Regione una mozione per tornare a investire

Gianni anselmi

A cuore la piccola e media impresa. Il consigliere regionale Gianni Anselmi (Pd) si è fatto portavoce del documento presentato in consiglio regionale



PIOMBINO — L'area di crisi complessa di Piombino entra in consiglio regionale grazie alla mozione del consigliere Pd Gianni Anselmi che ha firmato insieme a Leonardo Marras una mozione con la quale si è chiesto alla giunta toscana di garantire specifici interventi di sostegno alle imprese finalizzati a incentivare investimenti in Val di Cornia

“Il processo di riconversione industriale di Piombino – spiega Gianni Anselmi, consigliere regionalee presidente della Commissione Sviluppo economico e rurale – per consolidarsi necessita che non siano affievoliti gli incentivi alle piccole e medie imprese a favore delle attenzioni – che condividiamo purché non si rivelino esclusive - rivolte alla grande impresa. Per questo abbiamo chiesto alla giunta regionale di impegnarsi a garantire le risorse originariamente destinate alla diversificazione produttiva dall'Accordo di programma del 2014 e allocate nel PRRI approvato dalla giunta nell'ottobre 2015; ripristinando, cioè, i finanziamenti destinati all’insediamento di nuove imprese e al supporto degli investimenti di imprese esistenti, e che sono stati parzialmente destinati alle infrastrutture portuali funzionali all'investimento annunciato di General Electric. Una scelta che condividiamo - prosegue Anselmi - ma che non può andare a discapito della diversificazione. La grande impresa innovativa va bene, ma una visione di prospettiva per il nostro territorio non può esaurirsi nella passione novecentesca per la grande dimensione di impresa. Essa deve necessariamente includere uno sguardo all'economia dinamica e flessibile nella manifattura, nel turismo, nel settore della trasformazione agroalimentare, nella nuova frontiera dell'economia circolare. Fra l'altro la media e piccola dimensione di impresa, se adeguatamente sostenuta, può dare risposte occupazionali e di investimento in tempi notevolmente più brevi e contribuire ad accorciare, se adeguatamente alimentata, il deserto che stiamo attraversando".

La mozione è stata approvata. Lega Nord si è astenuta, per i consiglieri Roberto Salvini e Claudio Borghi, infatti, la crisi di Piombino è da imputare a chi governa.



Tag

Natale nel mondo: le città si preparano a celebrare la festa

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità