QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12°20° 
Domani 12°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 18 ottobre 2019

Politica mercoledì 24 gennaio 2018 ore 19:27

Niente discoteca, i ragazzi vogliono altro

Foto di repertorio

Intervengono sindaco e commissione sulla proposta di Ascolta Piombino in merito alle attività di intrattenimento e divertimento per i giovani



PIOMBINO — Rispetto alla proposta del consigliere Riccardo Gelichi (Ascolta Piombino) di realizzare una discoteca in città, il sindaco Massimo Giuliani e la presidente della terza commissione consiliare Maria Grazia Braschi hanno voluto precisare la posizione dell'Amministrazione comunale (leggi qui sotto gli articoli correlati).

“Non abbiamo espresso alcuna contrarietà alla possibile nascita di una discoteca, nel caso si manifestasse l'interesse di un imprenditore ad investire in questo settore. – ha affermato Giuliani – abbiamo però avviato un percorso, già dallo scorso anno, per capire quali siano le reali esigenze dei giovani”.

“Nella seduta del consiglio comunale del 27 Aprile scorso, Riccardo Gelichi aveva ritirato la mozione con la quale chiedeva di incentivare i servizi ludico ricreativi per giovani e giovanissimi in città, con l'obiettivo dei avviare un percorso di discussione più approfondito con i giovani che svolgono il Servizio Civile per il Comune. - ha spiegato la presidente della 3° commissione Maria Grazia Braschi - L'obiettivo, condiviso dall'Amministrazione comunale, è stato quello di parlare con i giovani prima di parlare dei giovani. Nelle due commissioni che si sono tenute ad agosto e alcuni giorni fa su questo tema, con le partecipazione dei ragazzi del Servizio civile, sono emersi interessi diversi e mirati ad altre modalità di divertimento rispetto alla discoteca". 

Tra le proposte sono emerse serate musicali a tema coinvolgendo band locali, al Centro Giovani, nelle sedi dei quartieri, al campo di rugby, a Salivoli, ai giardini Pro Patria. Nuovi stimoli insomma che hanno spinto a addirittura a voler riattivare la consulta dei giovani.

“Siamo consapevoli – ha proseguito Giuliani – che una discoteca vicino al centro urbano potrebbe portare con sé una maggiore sicurezza per giovani e giovanissimi che non dovrebbero recarsi fuori da Piombino e realizzare un ritorno economico per l'investitore e la città. Tuttavia – conclude – tra i ragazzi del servizio civile emerge chiaramente la volontà, condivisa da tanti loro coetanei, di sperimentare forme diffuse di divertimento che diano spazio alla ricchezza musicale del nostro territorio e una maggiore valorizzazione di organismi di partecipazione giovanile, come la consulta dei giovani”.



Tag

Catania, ritrovata la «biga di Morgantina» rubata dal cimitero monumentale

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità