Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO11°20°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 07 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Politica domenica 11 aprile 2021 ore 10:46

Piano strutturale, "manca la visione strategica"

I consiglieri 5 Stelle

Dal Movimento 5 Stelle l'analisi e le criticità del documento adottato. "Con queste premesse c'è poco da stare sereni"



PIOMBINO — "La montagna ha partorito il topolino", così il Movimento 5 Stelle ha esordito commentando l'adozione del Piano strutturale d'area di Piombino e Campiglia (leggi qui sotto gli articoli collegati). 

"Va immediatamente stigmatizzato il fatto che in un'area omogenea per connotazione geografica, economica, culturale, ma soprattutto per condivisione di risorse naturali ed ambientali, Piombino e Campiglia abbiano un Piano strutturale diverso da San Vincenzo, Suvereto e Sassetta, quindi obiettivi e strategie diversi. - hanno proseguito - Siamo dunque costretti a rilevare il totale fallimento delle strategie sovracomunali in Val di Cornia, questo avviene semplicemente per frizioni pregresse di natura politica e per l'incapacità di anteporre l'interesse generale di un'area a quello puntuale del comune di appartenenza. Di per sé questo sarebbe bastato per bocciare il documento, ma è doveroso rilevare anche che, nonostante la lunghissima gestazione, ci è stato presentato un piano totalmente mancante di visione strategica e dove il proclamato cambio di paradigma rispetto al passato è rimasto solo nelle dichiarazioni di rito".

Il Movimento 5 Stelle allora ha evidenziato le criticità di questo piano a partire dall'utilizzo della parola diversificazione "che di fatto porta come unico nuovo elemento di sviluppo il potenziamento del turismo balneare, quella parte di turismo che è già satura viste le oltre 900mila presenze turistiche annue che collocano Piombino fra i primi 20 comuni in Italia. Invece, nel piano si continua nella spasmodica ricerca di nuovi posti letto, di cui 80 nel Parco Naturale della Sterpaia, ma soprattutto si consente la conversione in turistico-ricettivo delle aree Fabricciane e Torre Nuova che una volta urbanizzate diventeranno grandi come una frazione e che porteranno le migliaia di fruitori ad ingolfare la spiaggia di Baratti, tutto questo senza contare alcuni aspetti strategici come il consumo di acqua e la produzione di rifiuti che l'aumento del peso antropico inevitabilmente comporta. - hanno commentato i pentastellati - Piuttosto che continuare a saturare i nostri litorali, sarebbe stato opportuno pensare a come offrire più sevizi ed aumentare la qualità dell'esperienza di soggiorno nel nostro territorio, ma di tutto questo nel piano non vi è traccia.

"Altri temi per noi centrali come l'agricoltura, la cantieristica, il commercio che portano lavoro stabile e non stagionale vengono affrontati invece in maniera sommaria e senza portare indirizzi chiari. - hanno sottolineato - Pure sul piano dello sviluppo industriale ci sarebbe molto da dire. Sul concetto di dover allontanare gli impianti inquinanti dalla città c'è la convergenza di tutte le forze politiche rappresentate in Consiglio, molta meno sulla destinazione delle aree da recuperare che secondo noi dovrebbero essere destinate ad attività produttive ad impatto ambientale nullo, quindi a creare lavoro, mentre secondo il Piano devono essere destinate a filtro verde o al mantenimento di alcuni impianti come siti di archeologia industriale".

"Per analizzare tutti gli aspetti del Piano strutturale d'Area ci vorrebbero diverse pagine di analisi, ma per ora basti considerare che è un documento che definirà gli obiettivi e le strategie del nostro territorio per i prossimi 15 anni e con queste premesse c'è poco da stare sereni", hanno concluso. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ai casi già noti dalla settimana scorsa, negli ultimi giorni se ne sono aggiunti altri appartenenti allo stesso focolaio
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Lavoro

Attualità