comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 17°21° 
Domani 19°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 01 giugno 2020
corriere tv
Al Bano a Tele Norba: «Senza concerti non posso sopravvivere»

Attualità giovedì 02 aprile 2020 ore 17:25

Presidio Covid in porto per l’equipaggio Diadema

Il sindaco di Piombino con i medici sulla banchina

Una tensostruttura di 250 metri quadrati realizzata in tempo record per la gestione di eventuali criticità legate all'equipaggio della Costa Diadema



PIOMBINO — Sarà allestito in tempo record il presidio medico in porto per l'equipaggio della Costa Diadema, attraccata lunedì a Piombino con a bordo casi risultati positivi al Covid-19.

Il presidio ospedaliero di pronto intervento sorgerà in prossimità della nave sulla banchina del porto di Piombino per assistere i componenti dell’equipaggio risultati positivi al test e che attualmente si trovano a bordo della nave in condizioni non gravi. Sono, invece, cinque le persone ricoverate negli ospedali Covid.

“L’Autorità di Sistema si è immediatamente attivata per accogliere il presidio ospedaliero che è in corso di installazione sottobordo alla nave”, ha detto il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale, Stefano Corsini. 

Il varco e l'accesso all'ospedale da campo sarà vigilato h24 dalle forze dell'ordine e dagli operatori della Port Security. Un sistema che, come si augura il presidente Corsini, possa contribuire a ottimizzare la gestione di casi simili in altri porti.

"La macchina organizzativa ha lavorato egregiamente per dare soccorso ai 1.255 membri dell’equipaggio - ha aggiunto il sindaco di Piombino Francesco Ferrari - ma adesso le operazioni sono complicate dai tempi sorti per organizzare i rimpatri, con tutte le difficoltà dei collegamenti internazionali che l’emergenza sta causando su scala planetaria. Come sindaco ho fatto, quindi, presente ad Asl e Protezione civile la mia preoccupazione riguardo alle tempistiche, alle eventuali urgenze sanitarie che potrebbero sorgere a bordo e che potrebbero gravare sull’Ospedale di Villamarina. La soluzione trovata dal Cross garantisce la risposta alle emergenze per la Costa e la totale sicurezza di non coinvolgimento per la città”.

Ora, quindi, oltre al servizio di primo soccorso garantito direttamente a bordo della nave, l'equipaggio di Costa Diadema potrà contare anche su questo nuovo punto medico avanzato, una tensostruttura di 250 metri quadrati per la gestione di eventuali criticità che garantisce l’isolamento dei pazienti, la rianimazione avanzata, il trattamento e la stabilizzazione dei pazienti in vista di un eventuale trasferimento. Il punto medico avanzato è connesso con la rete ospedaliera grazie ad una ambulanza in biocontenimento.

A supervisionare l'allestimento della struttura il dottor Piero Paolini, direttore della Cross di Pistoia (Centrale Remota Operazioni Soccorso Sanitario).



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica

Politica