Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:47 METEO:PIOMBINO10°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 30 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ischia, la frana si abbatte su Casamicciola: telecamera di sicurezza riprende il momento in cui il fango trascina via l'auto

RIGASSIFICATORE venerdì 22 luglio 2022 ore 12:08

Lettera a Draghi del Comitato Salute Pubblica

Mario Draghi

"Piombinesi da bocciare nel giudizio collettivo? Pensiamo di no e gli eventi ci stanno dando ragione, da bocciare forse sono altri"



PIOMBINO — Il Comitato Salute Pubblica in una lettera, di cui riportiamo alcuni estratti, ha voluto idealmente rispondere alle dichiarazioni di Mario Draghi in Senato, quando durante il suo discorso si è riferito a Piombino come cittadina poco rispettosa del Paese.

"A noi del Comitato Salute Pubblica, ma crediamo a tanta gente appartenente a questa comunità e non solo, sono venuti i brividi. - hanno commentato - Vorremmo far notare che i concetti enunciati di energie rinnovabili e rigassificatori non ci sembra stiano bene insieme. E poi accusare noi di attentare alla sicurezza energetica nazionale, ci è sembrato il colmo. Ci avete tolto passaggi procedurali importanti nell’iter autorizzativo per i rigassificatori, tempi necessari per fare verifiche e controlli, e accusate noi di minacciare la sicurezza? Noi, che secondo voi, dovremmo stare tranquilli dalla prevista collocazione di una nave di 5 miliardi di mc annui in porto. Vicinissima alle abitazioni, ai traffici commerciali e turistici, alle infrastrutture viarie e ferroviarie. Noi che abbiamo già scritto al commissario Giani che guarda un po’ si è dimenticato di inserire, nell’Ufficio di supporto alla procedura commissariale, il Comitato Tecnico Regionale , massimo organo per competenze e professionalità, previsto dalla legge sui grandi rischi di incidenti rilevanti, inserendo vigili del fuoco e Arpat, ma non l’organo principe in materia".

"Siamo stati citati per il fastidio arrecato ed è stato anche applaudito da gran parte dell’emisfero parlamentare. - hanno proseguito nella lettera - Ecco, noi ci siamo sentiti un po’ soli, cittadini non considerati come gli altri, assunti a negativo esempio di solidarietà in commenti di numerosi giornalisti cartacei e televisivi. Gli ingrati piombinesi che chiedono sicurezza per le proprie famiglie e di salvaguardare il loro azzurrissimo e bellissimo mare. Noi ingrati piombinesi che abbiamo scritto a tutti: Ministri, Governo, Regione, Capitaneria di Porto, Prefetto, ecc. e nessuno ci ha mai risposto e considerato. Ci ha pensato il Presidente del Consiglio a far accorgere il resto di Italia che esistiamo, con una ingiusta campagna denigratoria. Siamo noi che subiamo la vostra fretta, la mancanza di alternative, le scelte dell’ultima ora, le emergenze che nemmeno siamo sicuri che siano tali".

"Piombinesi da bocciare nel giudizio collettivo? - hanno concluso - Pensiamo di no e forse gli eventi ci stanno dando ragione, da bocciare forse sono altri. Il suo atteggiamento finalmente ha reso sempre di più consapevoli i piombinesi del totale disinteresse della politica nei loro confronti e questo sarà la base di una rinascita delle coscienze". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ricordo dell’Unione comunale Pd: “È stato un uomo di grande valore e la sua scomparsa è una grave perdita per la città”
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alessandro Canestrelli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità