Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:21 METEO:PIOMBINO19°24°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 07 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La finlandese Sanna Marin: «La via d'uscita dalla guerra? È una sola»

RIGASSIFICATORE giovedì 21 luglio 2022 ore 16:58

"Regione riduce cittadini e territorio a comparse"

Alessandro Capecchi

Parole del consigliere regionale Capecchi (Fdi) a seguito dell'avvio dell'iter di 30 giorni per il rigassificatore nel porto di Piombino



PIOMBINO — Il comportamento della Giunta Giani è inaccettabile e in palese violazione con lo spirito della normativa regionale sulla partecipazione. Il Partito Democratico si vanta sempre che la Toscana sia stata la prima regione ad aver adottato una legge sulla partecipazione e poi, prima con il Piano regionale di sviluppo e poi con la questione del rigassificatore, non condivide i progetti con i cittadini e, soprattutto, con i territori. Anzi, li obbliga ad essere solo comparse! La partecipazione con i cittadini sarebbe dovuta essere massima proprio perché il progetto del rigassificatore, per decreto, va in deroga a tutti i vincoli ambientali, urbanistici e paesaggistici” ha commentato il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Alessandro Capecchi, vicepresidente della Commissione Ambiente e Territorio. 

“Sta venendo meno ad un rapporto chiaro e corretto nei confronti dei territori e dei cittadini, perché la partecipazione è ridotta a formula vuota, solo di facciata. - ha proseguito - Sul rigassificatore, dopo un balletto di settimane, il discorso di Draghi al Senato ha spazzato via ogni equivoco e lo stesso giorno sono stati depositati gli atti del progetto sui quali entro 30 giorni, chiunque ne ha interesse, può fare osservazioni. Peccato che questo lasso di tempo coinciderà con il mese di Agosto con la maggior parte del personale degli uffici e i professionisti in ferie: quale lavoro di approfondimento potrà mai venir fuori?".

"E’ il metodo del silenzio che la Regione sta adottando anche per il Piano regionale di sviluppo, ci saranno tempi strettissimi per fare osservazioni visto che Giani ha annunciato di volerlo varare entro Luglio, così come per il piano dell’economia circolare sui rifiuti, con pochi incontri (appena 6 per 10 Province) poco pubblicizzati e pochissimo partecipati. La riprova sta nel fatto che per l’ultimo incontro, che riguarderà Firenze, c’è stato l’accreditamento con l’Ordine degli Avvocati per provare ad alzare il numero dei partecipanti”, ha concluso.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Guardia di Finanza ha posto la lente sulle attività di tutta la provincia dall’Elba a Livorno, passando per Piombino, Castiglioncello e Cecina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

RIGASSIFICATORE

Attualità

Cultura

RIGASSIFICATORE