Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO20°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 23 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Libia, 130 migranti annegati. Il racconto dalla nave Ocean Viking: «Abbiamo navigato in un mare di cadaveri»

Attualità mercoledì 03 marzo 2021 ore 18:20

Secondo lotto 398, "scelta razionale e funzionale"

Da Confcommercio la comprensione rispetto alle proposte individuata dell'Amministrazione e il cambio di approccio avuto



PIOMBINO — "La presentazione fatta la settimana scorsa del progetto del nuovo percorso del tratto finale, dal Capezzolo al porto, della strada 398 ha provocato una serie di reazioni negative che come Confcommercio comprendiamo in parte ma non condividiamo", così Confcommercio è intervenuta in una nota rispetto all'individuazione del tracciato del secondo lotto della strada 398.

"Comprendiamo l’amarezza di chi, avendo vissuto una vita nelle acciaierie vede ridimensionate le prospettive di un ritorno alle attività di un tempo. La ripartenza di un comparto industriale che con i suoi occupati ha dato, con buona pace per la salute, prosperità a tutta Piombino sarebbe stata auspicata da tutti. - hanno commentato - Queste speranze di rilancio sono durate decenni, sperando alternativamente in interventi governativi o in imprenditori esotici che tutto hanno promesso, spesso preso, e rarissimamente dato. Crediamo quindi che a questo punto il cambio di approccio delineato dal Comune sia doloroso da un lato ma affermi la volontà di Piombino di valutare oggettivamente lo stato odierno delle cose: attualmente la superfice occupata dalle acciaierie è enormemente sovradimensionata rispetto alle attuali lavorazioni". 

"Gli spazi inutilizzati sono enormi e enormemente necessari, invece, ad uno sviluppo economico territoriale che guarda al porto, al suo efficiente collegamento con la rete stradale nazionale, che guarda al recupero delle aree dismesse limitrofe al centro cittadino, che guarda alle bonifiche correlate a queste azioni come ad un potente volano economico attualmente frenato da uno stallo senza fine. - hanno aggiunto -  Siamo tutti preoccupati per le sorti dello stabilimento siderurgico, ma adesso, se chi ha la responsabilità della società non dà concretissimo segnale di vita basato non sulle parole ma sugli investimenti, l'amministratore di Piombino non solo ha il diritto ma anche il dovere di operare scelte che offrano prospettive reali di crescita economica ed occupazionale. Il nuovo tracciato della 398 va esattamente in questa direzione, contrariamente all’infelice progetto passato che pur di non entrare nell’area industriale raddoppiava il percorso dal Capezzolo al porto, passava immediatamente a ridosso del quartiere del Cotone e concludeva il tratto a 4 corsie in prossimità della rotonda al termine di via Pisacane". 

"L'attuale proposta risulta invece razionale e funzionale alle esigenze del porto e della città. Se la disposizione parallela alla rete ferroviaria nel tratto interno allo stabilimento fosse compatibile con le attuali attività di lavorazione - hanno concluso - non crediamo si possano opporre veti per esigenze future che non si basino su un serio impegno di investimento industriale realmente incompatibile con la nuova strada".

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Da domenica 25 Aprile dall'incrocio con Viale Amendola fino a via Salivoli la strada sarà chiusa al traffico veicolare
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Politica

Attualità

Attualità