QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 15°19° 
Domani 14°17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 19 aprile 2019

Attualità domenica 30 settembre 2018 ore 07:00

Sinfonia di Settembre

Foto di Riccardo Marchionni

Con l'arrivo dell'autunno Gordiano Lupi su #tuttoPIOMBINO racconta il suo Settembre



PIOMBINO — Mi duole settembre come lama nel costato. E non è quel sapore d’estate morente nell’aria, né il triste sentore di foglie cadenti in arrivo, neppure il ricordo di quel che è stato e non può tornare. È nel dolore che dispensa la vita il mio settembre, nel non vedere vie di fuga né di scampo, nel sapere che perderò i tuoi occhi, nonostante tutto. Gabbiano che ruba cibo a gatti randagi è il mio settembre, ladro di sogni e d’avventure, rigagnolo d’acqua lacustre senza pensieri, riva sconvolta da venti e intemperie. Immagini d’una lenta sinfonia d’autunno, vecchio film di Bergman che scorre al contrario portandoti al punto di partenza. Pessima letteratura è il mio settembre: parole immutabili, cieli cupi grondanti pioggia e vento di scirocco. Mattine autunnali velate di nubi bianche, risvegli con l’Elba e la Corsica davanti, ritagliate in un nitido orizzonte che sembra di toccarlo, restare senza fiato a rimirarle. Scegliere parole per comporre un quadro d’immagini, lunghe staccionate che confinano un indomito mare, recinti per cavalli selvaggi che scalpitano tra onde quiete in attesa di tempeste su cui lanciarsi come antichi guerrieri. Un vecchio libro ingiallito è il mio settembre, malinconia ungherese o gitana, sinfonia di ricordi che non trovano la forza di starsene quieti. Rileggere Cassola, Fausto e Anna, storia d’amore e guerra, di lotta partigiana, tra Cecina e Volterra, passando per Grosseto e San Ginesio. Rivedere Il ferroviere con Pietro Germi nei panni del Marcocci che beve vino e grida Uva! Santa Madonna! mentre la sua vita va in rovina e il suo bambino un giorno dovrà affrontarla da solo, ormai è scritto, e tu lo sai, ché nella vita i figli prendono il posto dei padri. Sapere che quel che cerchi nei libri, nelle immagini, nelle storie del passato è soltanto il te stesso che hai perduto. E che non può tornare. Malinconia di ricordi è il mio settembre, sotto questo cielo terso che confonde grida di gabbiani affamati e sogni che con fatica sopravvivono alla notte.

Gordiano Lupi
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Elezioni

Elezioni

Politica