QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 18°22° 
Domani 21°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 22 luglio 2019

Politica martedì 20 dicembre 2016 ore 10:30

Il sindaco richiama tutti sulla nave

Massimo Giuliani

La vicenda Aferpi si batte pure su fronte politico. Il sindaco Giuliani ha pubblicato un lungo post e richiama chi lascia la nave in balia delle onde



PIOMBINO — Il sindaco Massimo Giuliani è tornato a intervenire sulla vicenda Aferpi e sulle considerazioni che si vanno susseguendo a colpi di testiera sui social E proprio dai social risponde con un lungo post pubblicato nella tarda serata di lunedì.

"In questi anni, l'Amministrazione non ha mai mancato di dare la sua attenzione ai lavoratori e alle imprese in crisi in questo territorio. - ha esordito - Lo abbiamo fatto senza dire mercì a nessuno, ma cercando di approfondire tutte quelle opportunità concrete di sviluppo per Piombino. Non abbiamo mai nascosto le difficoltà né cantato vittoria. Ogni risultato é costato impegno e lavoro, sacrificio e determinazione. Mai é mancato il tentativo di evitare chiusure di imprese, aprendo per primi tavoli di crisi locali, e coinvolgendo non appena costituita l'unità di crisi della Regione Toscana".

E ha aggiunto: "Siamo sempre a contatto con i lavoratori e le loro famiglie cercando risposte vere e sinergie istituzionali. Non i sogni e le belle parole, come i grandi parchi giochi, finanziati da chi non è dato saperlo, contro progetti di raddoppio di porti che avrebbero il solo risultato di cancellare la spiaggia di Salivoli, altro piano B; ci siamo rifiutati di avere una centrale a carbone vicino alla città. Ci siamo posti nella logica di rilanciare la siderurgia, promuovere la riconversione della Centrale di Tor del Sale, lavorare per la nascita e lo sviluppo di Rimateria, decidere di crearea l'Apea, sviluppare le varie declinazioni, produttive e turistico ricettive, del nostro porto e un ruolo strategico, sempre in ambito di promozione turistica, della società Parchi Val di Cornia. Tutto questo nella sola ottica di non lasciare nessuno indietro, promuovendo tutti quei progetti che ritenevamo e riteniamo sostenibili e finalizzati al mantenimento e alla creazione di posti di lavoro".

Questo, però, è un momento delicato. Dall'ultimo incontro con Rebrab non sono emerse sostanziali novità se non la conferma degli impegni presi e nun progetto da valutare (leggi l'articolo correlato). Ora l'algerino dovrà spiegarlo al Ministro Calenda in un incontro a Roma. 

"E, sia chiaro, - si legge a conclusione del post che riportiamo integralmente qui sotto - come Amministrazione, forti del mandato dei cittadini e fermi nell'obiettivo si traghettare la nostra gente in acque più calme, resisteremo a tutti coloro che tentano di compromettere l'assetto della nave, saltandone fuori in un momento in cui, proprio per i ruoli che rivestono devono remare insieme a noi e, altra cosa di non poco conto, tutti dalla stessa parte".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Politica