comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:04 METEO:PIOMBINO13°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 25 novembre 2020
corriere tv
Lilli Gruber a Conte: «Ha mai sentito Mario Draghi?». E il premier non la prende bene

Imprese & Professioni sabato 29 agosto 2020 ore 17:45

​Ritorno a scuola in Toscana: come prepararsi

Quali sono i punti fermi e quali ancora i nodi da sciogliere



TOSCANA — Ritorno a scuola in Toscana: come prepararsi

In questi ultimi giorni non si parla d'altro, perché la riapertura delle scuole lascia non pochi interrogativi, non solo da parte delle famiglie che non hanno ancora le idee chiare su come organizzarsi ma anche e soprattutto da parte del personale docente. Gli stessi insegnanti infatti, nonostante le rassicurazioni da parte del Governo, hanno per il momento ottenuto pochissime direttive sul comportamento da tenere in aula.

Il distanziamento sociale, l'uso o meno delle mascherine, l'organizzazione degli spazi e degli orari sono tutti punti sui quali conviene fare un po' di chiarezza perché la situazione attualmente è ancora per molti davvero confusa.

Studenti: come essere pronti per il rientro a scuola

Per quanto riguarda gli studenti, finalmente è certo che si potrà dire addio alla didattica a distanza perché ormai non ci sono più dubbi. Il 14 settembre in tutta la Toscana si tornerà tra i banchi di scuola e ci si dovrà far trovare pronti per la nuova organizzazione delle aule e dei banchi.

Il distanziamento sociale rimane importante, il che significa che con ogni probabilità gli studenti dovranno indossare la mascherina ogni volta che non saranno seduti nel proprio banco e quindi negli spazi comuni. Meglio organizzarsi al meglio anche per quanto riguarda il materiale: si possono acquistare gli articoli di cancelleria e cartoleria online e bisogna avere tutto a disposizione per evitare di dover chiedere in prestito penne o altro ai compagni di classe.

Per quanto riguarda il trasporto pubblico, in Toscana si sta cercando di implementarlo ma probabilmente qualche problematica ci sarà per coloro che sono impossibilitati a raggiungere la scuola con altri mezzi. Non è ancora stata abbandonata l'ipotesi di programmare le lezioni in orari anticipati rispetto al solito, in modo che i genitori abbiano la possibilità di accompagnare i figli prima di recarsi al lavoro.

Per il momento queste sono le informazioni certe che possiamo darvi. I dubbi rimangono e non sono pochi, ma nemmeno lo stesso personale docente sa bene come muoversi.

Docenti: i dubbi sono ancora troppi

Tra i docenti sono molti coloro che lamentano una mancanza di organizzazione e non si tratta di un problema che riguarda solamente la Toscana, anche perché questa è una delle regioni in cui le cose sembrano essere messe meglio. Il vero problema è che mancano sempre meno giorni all'inizio delle lezioni ma gli stessi insegnanti non hanno idea di come si dovranno comportare.

In questi giorni il personale si sta sottoponendo ai test sierologicie alcuni insegnanti sono stati trovati positivi al Covid-19, il che crea ulteriori problemi di organizzazione e di gestione per i vari istituti.

Una delle poche cose certe è che la didattica a distanza sarà abolita perché la priorità per tutti è quella di tornare ad una normalità, per quanto si possa definire realmente tale la situazione. Sull'utilizzo delle mascherine e la gestione di eventuali studenti con sintomi manifesti riconducibili al Covid c'è ancora scarsa chiarezza, ma ci si augura che nei prossimi giorni vengano fornite tutte le linee guida per affrontare al meglio il ritorno in classe. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Lavoro

Attualità

Politica