QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 23°26° 
Domani 22°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 20 luglio 2019

Attualità mercoledì 12 ottobre 2016 ore 19:08

Le liste civiche della Val di Cornia si uniscono

Val di Cornia, foto d'archivio

Si è costituito un coordinamento territoriale, con referente Nicola Bertini, per rafforzare le politiche di alcune civiche presenti nel territorio



SAN VINCENZO — "La Val di Cornia ha bisogno di strategie e politiche unitarie per rigenerare lavoro e occupazione. Su questo terreno c’è oggi un grande vuoto". Così le liste civiche Assemblea Sanvincenzina, Assemblea popolare di Suvereto, Comune dei Cittadini e Un'altra Piombino siglano una nota condivisa per rilanciare una comune visione di futuro del territorio.

"Ci preoccupano molte delle scelte delle amministrazioni della zona. - hanno sottolineato - Ci preoccupa che a Piombino torni a prevalere la visone di una città alle dipendenze di un solo imprenditore, al quale sono state consegnate, senza progetti credibili, tutte le aree disponibili per la sua rigenerazione. Ci preoccupano la perdurante dipendenza delle amministrazioni comunali dalle logiche lobbistiche e interessi forti e la scarsa attenzione alla piccola imprenditoria diffusa nei settori del turismo, dell’agricoltura, del commercio e dell’artigianato. Ci preoccupa la fine della pianificazione coordinata del territorio, la scarsa attenzione alle risorse culturali e naturali di cui disponiamo, l’assenza di un’azione unitaria dei nostri Comuni a tutela dei cittadini nel campo di servizi essenziali come sanità, acqua, trasporti, rifiuti. Assistiamo all’aggravarsi di fenomeni d’illegalità e a comportamenti delle amministrazioni che talvolta sembrano assecondarli anziché combatterli, facendo venir meno i capisaldi della legalità e dell’imparzialità che stanno alla base del buon governo. Abbiamo assistito anche alla violazione di accordi approvati e sottoscritti unitariamente dai nostri Comuni e dagli stessi ignorati".

Le liste civiche sentono che manca il confronto, soprattutto quello in consiglio comunale dove vengono prese le decisioni che riguardano la città nelle vesti di rappresentanti del territorio. Pertanto le liste civiche si mettono a disposizione di chiunque abbia interesse a costruire strategie politiche e progetti con contenuti alternativi a quelli oggi rappresentati dal Pd e dalle amministrazioni che controlla.

Nasce, dunque, un coordinamento territoriale che accoglie oltre agli aderenti alle liste anche associazioni, comitati e cittadini che condividono analoghi bisogni sia in ambito comunale che sovracomunale. Coordinatore sarà Nicola Bertini, già capogruppo nella passata legislatura della lista civica Forum per San Vincenzo.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Attualità

Attualità