Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:PIOMBINO10°13°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 27 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
A Kiev, tra le bandierine ai caduti e l’appello agi alleati: «Mandate armi e munizioni»

Attualità lunedì 08 maggio 2023 ore 20:31

"Pronti ad avviare il percorso per il Sic"

Lo ha confermato l'assessora regionale Monni in occasione del convegno per celebrare i 50 anni di istituzione del parco



SAN VINCENZO — Nelle prossime settimane la giunta regionale procederà con la delibera per avviare il percorso di istituzione a Sic (Sito di interesse comunitario) del Parco di Rimigliano. È quanto annunciato venerdì 5 maggio dall'assessore regionale all'Ambiente Monia Monni, intervenuta in occasione del convegno Il Primo Parco, organizzato dal Comune di San Vincenzo con il patrocinio della Regione Toscana proprio per celebrare i 50 anni di istituzione del Parco di Rimigliano.

All'appuntamento, dopo i saluti del sindaco di San Vincenzo Paolo Riccucci, sono intervenuti lo storico Rossano Pazzagli, l'archeologo e storico Salvatore Settis e l'architetto Chiara Ciampa. Le conclusioni sono state a cura dell'assessore all'Urbanistica Nicola Bertini. Un'iniziativa, tenutasi al Lago Verde, che ha riscosso un ottimo successo e ha visto la presenza di moltissime persone che hanno ascoltato con attenzione le parole dei relatori che hanno ripercorso e fatto rivivere le tappe cruciali della nascita del Parco.

"Il Parco di Rimigliano - ha sottolineato il sindaco Paolo Riccucci - rappresenta un esempio innovativo degli anni ’70 in quanto a gestione del patrimonio naturale. L'idea dell'epoca di collaborare tra Enti per una gestione associata tra Comuni è una visione strategica che occorre recuperare e che siamo pronti a riproporre, nei termini e nelle modalità che meglio si adattano all’attuale sistema amministrativo, politico e istituzionale. La considero infatti un lascito importantissimo da ripristinare perché lancia un messaggio chiaro: Rimigliano è un valore per un territorio ben più vasto del Comune entro i cui confini amministrativi ricade, quindi non è solo affare di San Vincenzo la sua pianificazione, valorizzazione e corretta gestione. Il Comune di San Vincenzo - ha concluso - crede di aver fatto un primo passo importante che non si era mai concretizzato nei decenni dall’istituzione di Rimigliano ad oggi: la richiesta di riconoscimento come Sic, Sito di Interesse Comunitario per tutta l’area di Rimigliano, sia la fascia a mare sia la Tenuta. È un tassello fondamentale perché le belle idee, le buone strategie, non possono rimanere pura teoria e non devono trascorrere senza lasciare traccia tangibile nell’ordinamento di luoghi come questi. Ringrazio tutti i rappresentanti delle istituzioni locali che hanno partecipato, la Parchi Valdicornia, le associazioni del territorio e Fulvio Ticciati, assessore del Comune di San Vincenzo all’epoca dell’istituzione del parco di Rimigliano".

"Cinquant’anni fa - ha spiegato l'assessore regionale Monia Monni - è stata fatta una scelta con una prospettiva visionaria, e ci consegna la missione di darle ancora futuro. Abbiamo quindi il compito di portare questa scelta nella contemporaneità. Il concetto della conservazione - ha proseguito Monni - deve avere anche la capacità di guardare al futuro, ed è fondamentale che l'istanza di aumentare il livello di protezione di questo territorio arrivi proprio dall'amministrazione comunale che ha dialogato con i propri cittadini e costruito questa sensibilità nel tempo. Ciò - ha aggiunto - non equivale a sottrarla a nessuno, ma anzi a restituirla con un valore aggiunto che intreccia non solo l'aspetto ecologico ma anche quello di uno sviluppo rispettoso dell'uomo, dell'ambiente e del pianeta. In questo senso raccogliamo con grande entusiasmo la richiesta del Comune di San Vincenzo, e nelle prossime settimane delibereremo in giunta per avviare il percorso di istituzione di Sito di Interesse Comunitario. Dobbiamo trattare quest’area come uno scrigno di biodiversità preziosissimo - ha quindi concluso Monni - e farla diventare un valore dal punto di vista turistico e della fruizione. Solo così riusciremo ad elevarla all'ennesima potenza".

Rossano Pazzagli ha ripercorso le tappe che hanno portato alla nascita del Parco di Rimigliano, alla sua istituzione, delineando e approfondendo i rapporti che negli anni sono emersi tra i vari enti del territorio della Valdicornia. Passo dopo passo ha illustrato ogni dinamica e ogni relativo cambiamento che ha modificato l’approccio turistico e quello legato al governo del territorio. Un viaggio appassionante è stato anche quello attraverso il quale ha condotto i presenti Salvatore Settis, Accademico dei Lincei, archeologo, storico e dell’arte e già direttore della scuola Normale Superiore di Pisa dal 1999 al 2010. Settis ha intrecciato i temi del paesaggio, dell'ambiente e della Costituzione, analizzando norme e leggi che hanno il compito di tutelare lo straordinario territorio di Rimigliano. Evidenziando quelle che già ci sono e che hanno la necessità di essere applicate per far sì che il territorio venga difeso e valorizzato il più possibile. Non ha mancato di parlare delle forme di gestione tra gli enti, del sistema dei Parchi della Valdicornia e delle esperienze degli ultimi anni. Così come interessante è stato ascoltare dalle parole dell'architetto Chiara Ciampa la corrispondenza e le lettere scritte da Italo Insolera, 'padre scientifico' del Parco, a difesa proprio di questo angolo di paradiso che è Rimigliano. Le sue idee, le sue proposte, la sua determinazione contro la lottizzazione e lo sfruttamento privato del territorio. Una corrispondenza nell’ambito della quale in più occasioni ha proposto la sua visione di parco e le sue idee di tutela e valorizzazione del patrimonio naturale.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Visto il peggioramento delle condizioni meteo previste per la giornata di martedì, i sindaci hanno firmato l’ordinanza per la chiusura delle scuole
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Lavoro