Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:22 METEO:PIOMBINO19°33°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 12 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Salman Rushdie, il momento dell'accoltellamento a New York

Sport mercoledì 15 novembre 2017 ore 10:50

​Euro 2018: perché l'Italia ha fallito nelle qualificazioni

Per la prima volta in 60 anni, l'Italia non partecipa a una Coppa del Mondo.



TOSCANA — La Squadra Azzura ha perso contro la Spagna nelle qualificazioni e poi ha perso contro la Svezia nei playoff. Questa eliminazione non è stata solo un disastro per l'Italia, ma anche una sconfitta estrema per la Fifa. Possiamo certamente parlare di un fallimento del sistema, perché la modalità di qualificazione europea è noiosa, ingiusta e nemmeno efficace. Questo fatto è sicuramente un'amara delusione anche per casino.netbet.it, perché avrebbe voluto offrire tante belle scommesse sulle partite della squadra italiana. Ma naturalmente anche le partite dei Mondiali senza la partecipazione dell'Italia offrono molte opportunità in tal senso. Soprattutto durante le scommesse live, le emozioni sono garantite.

Una debacle non solo per l'Italia

Nell'arco di due anni e mezzo, l'organo di governo mondiale Fifa ha fatto disputare quasi 900 partite in tutto il mondo per determinare i 32 partecipanti alla finale della Coppa del Mondo. Ma qui ogni continente ha la sua modalità. È emerso che alcune modalità funzionano meglio di altre. Ma finora le grandi nazioni calcistiche sono state sempre alla fine.

Almeno così sembrava fino a ora, ma dal 13 novembre 2017 tutto è cambiato. Negli spareggi europei, l'Italia è stata sconfitta dalla Svezia . Nessuna nazione calcistica importante e, soprattutto, così importante è stata assente da una fase finale per 60 anni. Sebbene anche i Paesi Bassi abbiano fallito diverse volte, non sono stati campioni del mondo per quattro volte.

Il fatto è che l'assenza dell'Italia dalla Coppa del Mondo è anche una debacle per la Fifa. Inoltre, gli Stati Uniti sono assenti per la prima volta in 30 anni. Anche la Cina non si è qualificata dall'Asia. Per questo motivo, l'appeal di questa Coppa del Mondo sui due più importanti mercati globali è piuttosto basso. Anche questa non è una buona notizia per gli ascolti.

Il fallimento dell'Italia nelle qualificazioni

Nelle qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018, l'Italia ha avuto un girone difficile. I Tifosi non sono rimasti impressionati dal Liechtenstein, dalla Macedonia, da Israele o dall'Albania, ma sono stati gli spagnoli a farli soffrire nella costruzione. In sostanza, ancor prima dell'inizio delle partite, era perfettamente chiaro che tutto si sarebbe ridotto a un duello nel Gruppo G tra le due nazioni più importanti.

Lo scontro tra Italia e Spagna si è svolto nella seconda giornata. La Squadra Azzura ha vinto la prima partita per 3:1 in Israele, il che ha portato a una buona posizione di partenza. Vitolo ha portato in vantaggio gli ospiti nel match clou di Torino e fino a poco prima della fine sembrava una vittoria in trasferta per gli spagnoli. Ma poi all'Italia è stato assegnato un rigore a pochi minuti dalla fine della partita. Daniele De Rossi la trasforma con sicurezza e la partita termina 1-1, rinviando la decisione preliminare.

La sconfitta in Spagna

La squadra di Gian Piero Ventura ha ricominciato a sudare nella prossima partita in Macedonia. Inizialmente in svantaggio per 2-1, l'Italia si è poi imposta per 3-2. Le tre partite successive sono filate via lisce per l'Italia. Hanno ottenuto due vittorie convincenti contro il Liechtenstein e una vittoria per 2-0 contro l'Albania. In questo modo, si sono portati a pari merito con la Spagna dopo sei giorni di partite.

Il settimo giorno di gara, tuttavia, la decisione è stata presa. Le due squadre erano a pari merito con 19 punti ciascuna. L'Italia, tuttavia, è stata sconfitta al Santiago Bernabeu. Isco del Real Madrid ha segnato due volte e Alvaro Morata ha regalato agli spagnoli una netta vittoria per 3-0. Da questo momento in poi, l'Italia si trovò nella situazione di dover sperare in uno scivolone della Furia Roja nelle ultime tre partite.

Poiché l'Italia ha pareggiato solo 1-1 con la Macedonia nella nona giornata , ha dovuto automaticamente accedere agli spareggi. In questo caso i possibili avversari erano Irlanda del Nord, Grecia, Irlanda e Svezia. L'Italia ha poi affrontato gli scandinavi, che dovevano essere gli avversari più difficili.

Eliminazione dagli spareggi per la Coppa del Mondo

Nel primo tempo, l'andata in Svezia è stata dominata da occasioni da entrambe le parti. Poi, nel secondo tempo, i favoriti italiani hanno avuto una preponderanza di occasioni da gol. Tuttavia, il gol decisivo è stato segnato da Johan Johansson, appena sostituito. Il gol è arrivato al 61° minuto ed è stato anche l'unico della serata.

Nella seconda tappa a San Siro, gli italiani sono stati la squadra che ha dominato fin dall'inizio. Tuttavia, non sono mai riusciti a segnare per colpa del portiere Robin Olsen o forse per incapacità propria. Anche il portiere Gianluigi Buffon si è spinto in avanti nei minuti finali, ma non è servito. Il risultato finale di 0-0 ha sancito l'eliminazione degli italiani dalla Coppa del Mondo per la prima volta dai Mondiali del 1958. Dopo questo disastro, il tecnico Ventura dovette lasciare la squadra e gli subentrò Roberto Mancini.

Le stelle che mancano alla Coppa del Mondo

L'eliminazione dalla Coppa del Mondo è particolarmente tragica per la leggenda dei portieri Gianluigi Buffon. Il 39enne avrebbe voluto chiudere la sua carriera con un successo in Coppa del Mondo. Per questo motivo, il portiere della Juventus Torino non è riuscito a trattenere le lacrime dopo l'eliminazione contro la Svezia.

Ma dopo qualche settimana è arrivata la dichiarazione che ha fatto battere il cuore di molti italiani: "Anche se avessi 60 anni, non potrei rifiutare una candidatura", ha detto Buffon: "Ho questo spirito nazionale dentro di me".

Ma la Coppa del Mondo sarebbe stata molto importante anche per la leggenda della Roma Daniele de Rossi. Una scena del secondo tempo contro la Svezia sarà probabilmente ricordata per sempre. Si rifiuta di essere sostituito e richiama l'attenzione del tecnico sul fatto che in panchina c'è ancora un attaccante in forma con Lorenzo Insigne. Anche volti noti, come gli ex giocatori della Bundesliga Andrea Barzagli o Ciro Immobile, mancano all'appello per i Mondiali.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L’analisi al microscopio, effettuata dagli operatori del Settore Mare di Piombino, ha permesso di individuare la causa di questa anomala colorazione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

RIGASSIFICATORE

Attualità