Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:24 METEO:PIOMBINO19°21°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 27 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Di Battista: «Di Maio?Mi dispiace, ma chi è causa del suo mal... Ora si prenda una laurea»

Cronaca giovedì 22 ottobre 2020 ore 13:56

Cani aggrediti di notte, preoccupazione in città

Un cane (Foto di repertorio)

Preoccupazione per le aggressioni notturne contro i cani. Dopo il primo caso denunciato a metà Ottobre, una nuova segnalazione



PIOMBINO — Cani aggrediti nella notte a Piombino. Non si conoscono, al momento, le motivazioni e chi ci possa essere dietro questi atti di violenza, ma le segnalazioni stanno aumentando giorno dopo giorno.

La prima risale alla notte tra il 13 e 14 Ottobre in località Casone alla Sughera, l'episodio è stato denunciato ai Carabinieri. Viene riferito che qualcuno è entrato in un terreno di proprietà dove si trovava un cane di 6 anni razza springer spaniel e si è accanito contro l'animale che purtroppo, nonostante le cure fornitegli, ha perso un occhio.

Enpa Piombino si era fatto portavoce e invitato i proprietari dei cani a fare attenzione e a chiunque avesse notizie in merito a mettersi in contatto con la Compagnia dei Carabinieri. Ora a distanza di qualche giorno, si sono verificati nuovi episodi di aggressione notturne contro tre cani che si trovavano al riparo nella zona San Rocco/Ghiaccioni. Anche Federcaccia Piombino ha diffuso la notizia e l'invito a sorvegliare gli animali.

"Siamo preoccupati per i vari e recenti episodi di violenza su alcuni cani della zona; si tratta di atti deprecabili che condanniamo con forza perché sintomi di gravi propensioni alla violenza. - ha commentato l'assessora alle Politiche animali del Comune di Piombino Simona Cresci - Violenza che è chiaro segnale di atteggiamento antisociale e deviante che non deve e non può essere ignorato. Ricordiamo che oggi in Italia vige una normativa contro il maltrattamento degli animali che protegge il loro sentimento e non semplicemente la morale umana. Questo tipo di reati prevedono non solo multe pecuniarie ma anche il carcere, ai sensi del Codice Penale. Riteniamo che un problema profondo e di questo peso va risolto anche a monte: deve definitivamente essere estirpata la cultura dell’animale come oggetto di cui si può disporre a proprio piacimento. Solo così possiamo eliminare il sadismo che spesso l’accompagna". 

Anche da parte dell'amministrazione comunale l'invito ai proprietari ad essere più vigili del solito ed i cittadini a segnalare agli enti preposti ogni episodio o comportamento che possa destare preoccupazione. 

Anche l'associazione animalista  La Casa di Margot è molto preoccupata e auspica che vengano condotte indagini serie ed effettuate delle ronde di sorveglianza nelle campagne e invita chi può a tenere i cani al sicuro.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco dove sono rimasti i 'baluardi rossi' dopo le politiche 2022, con il centrodestra trainato da Fratelli d'Italia vittorioso in Italia e in Toscana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Politica