QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 21°22° 
Domani 20°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 22 ottobre 2019

Cronaca martedì 27 giugno 2017 ore 16:29

"Costruiremo il nuovo canile entro novembre"

Foto di repertorio

Lo ha detto il sindaco di Piombino. Il fattore tempo non perdona e gli cani dovranno essere trasferiti o affidati. Corteo di cittadini per la proroga



PIOMBINO — Otto giorni per liberare il canile di Piombino, la sentenza del Tribunale di Livorno parla chiaro e non c'è alternativa che tenga. "Abbiamo notato un atteggiamento di estrema intransigenza della controparte", ha detto il primo cittadino di Piombino Massimo Giuliani durante la conferenza stampa volta a chiarire i passaggi della sentenza e indicare le prossime azioni per lo spostamento del Comune. 

"L'idea dello spostamento del canile c'era già, ma pensavamo di valutare il percorso senza alcuna questione tempo sulle spalle, prima della della causa intentata da una famiglia residente nella zona (leggi l'articolo correlato). - ha detto il sindaco - In questi anni, prima della causa, non ci sono state mai e.mail e segnalazioni relative a lamentele sul canile, piuttosto abbiamo ricevuto centinaia di firme di cittadini per evitare il trasferimento dei cani".

Firme che il giudice non ha acquisito agli atti lo scorso 19 giugno. Non è bastato nemmeno il progetto del nuovo canile minimo a Montegemoli, il cronoprogramma dei lavori che sarebbero terminati per novembre 2017 e il relativo impegno di spesa di 608 mila euro di cui 8 per gli studi acustici. Per questo il Comune ha dovuto firmare la delibera nel pieno rispetto della sentenza che prevede lo spostamento dei 45 animali presenti nella struttura dove rimarrà solo la parte sanitaria e il servizio accalappiacani per un massimo di 5 cani.

Questa sentenza è l'apice della vicenda legata al rifugio piombinese. Il Comune avrebbe potuto presentare prima il nuovo progetto? Gli investimenti fatti fino a oggi, che superano i 100mila euro, potevano essere meglio investiti? Trascorsi 8 mesi dall'ordinanza del tribunale che imponeva di risolvere in 90 giorni il problema delle immissioni sonore, si poteva fare qualcosa prima? Domande lecite data la decisione del giudice. 

La conseguenza peggiore, però, la subiranno i quattrozampe che prima di poter tornare nel nuovo canile a Montegemoli, dovranno essere trasferiti in altre strutture vicine ed Enpa continuerà a prendersi cura del loro mantenimento. Altra possibilità che si prefigura è che i cani presenti nel rifugio possano essere presi in affidamento temporaneo.

Proprio l'amore per questi animali ha spinto cittadini e volontari a organizzare un corteo per chiedere una proroga della chiusura del canile di Piombino ed evitare il trasferimento di queste bestiole nell'attesa del nuovo canile. Il corteo, fissato per il 3 luglio alle ore 18, partirà da via Ferruccio 4 e finirà alla Tolla.

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata



Tag

Myrta Merlino a Matteo Salvini: «Le offro una camomilla...», «Solo se non è zuccherata, sennò la tassano»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Sport