QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 13°16° 
Domani 13°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 12 novembre 2019

Attualità giovedì 26 marzo 2015 ore 17:49

Assemblea Sanvincenzina attacca la Parchi

Il gruppo consiliare di San Vincenzo solleva dubbi e perplessità sui contributi economici e sulla gestione della Parchi Val di Cornia



SAN VINCENZO — "Leggiamo sui giornali che la Parchi val Di Cornia ha pubblicato attraverso il proprio sito “il bando per la selezione pubblica per la formazione di una graduatoria per assunzioni stagionali di addetti al servizio informazioni degli uffici turistici dei comuni di Campiglia, Piombino, San Vincenzo e Suvereto”. Le domande dovranno essere presentate entro mercoledì 1 Aprile, quindi tra pochi giorni. Non stupisce, visto che il 5 aprile è Pasqua e la stagione è alle porte.

Quello che invece rende perplessi è che il solo comune di Piombino abbia deliberato il Contratto di Servizio con la Parchi con tre mesi di ritardo. Secondo quanto deliberato da Piombino, San Vincenzo si impegna per 131mila euro. Eppure Campiglia paga poco di più e possiamo affermare senza alcun timore di smentita che, per l’ennesima volta, sia stata completamente ignorata la convenzione esistente tra i comuni che stabilisce che il contributo debba essere proporzionato al numero dei residenti.

Poco importa che attraverso i social, l’assessore all’urbanistica si lasci sfuggire che il contributo sarà destinato solo per una cifra inferiore ai 100mila euro per la convenzione e i restanti 30/35mila saranno destinati alla gestione degli uffici turistici o che l’assessore al Turismo inviti i giovani a partecipare al bando.

Sarebbe compito delle istituzioni amministrare in modo trasparente e rispettare le convenzioni sottoscritte. Non ci risulta che il Consiglio comunale di San Vincenzo abbia deliberato una modifica della convenzione della Parchi ed è ancora più misterioso quale criterio sia stato adottato per ripartire il contributo. Della gestione di parcheggi di Sterpaia e Baratti, sottratti dal Comune di Piombino alla gestione della Parchi, non si parla più, nonostante rappresentassero un incasso superiore al milione di euro. Ci limitiamo a prendere atto che il contributo quest’anno è aumentato perché la Società Parchi è messa in condizione di operare senza una strategia di lungo respiro e in un quadro assurdo di incertezza in relazione alla propria funzione.

Mentre si fondano “associazioni dei comuni toscani” e “smartland” spuntano atti predisposti in riunioni segrete (conferenze dei sindaci) sui quali i consigli comunali non hanno avuto modo di discutere. Chi ha dato l’indirizzo strategico di affidare alla Società Parchi la gestione dell’Ufficio Turistico e con quale mandato? Sarebbe toccato al consiglio comunale deliberare la progressiva trasformazione della funzione della Parchi assieme ai nuovi e imprecisati, contenuti della convenzione sulla base della quale stabilire il corrispettivo economico a carico di San Vincenzo.

In un quadro simile, se le istituzioni avessero da ridire sugli indirizzi strategici della Società o sui criteri di ripartizione del contributo economico toccherebbe forse al Presidente Sbrilli garantire gli stipendi ai vincitori del bando e agli altri dipendenti. Pensiamo che, se Sbrilli ha deciso di rischiare tanto pubblicando il bando che anticipa la convenzione necessaria a legittimarlo, ancora una volta si sia già dato tutto per scontato,senza alcuna trasparenza, e come sempre escludendo i consigli comunali e i cittadini dalla discussione".



Tag

Meloni: "Draghi al Colle? Not in my name"

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Politica