Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO22°23°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 26 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, scontri al corteo No green pass: i manifestanti sfondano il cordone della polizia

Politica lunedì 22 marzo 2021 ore 10:52

"Accelerare ripristino paesaggistico delle cave"

Cave (Foto di archivio)

A lanciare la proposta è Italia Viva che suggerisce l'utilizzo del compost prodotto con i rifiuti. L'invito a istituire un tavolo di confronto



CAMPIGLIA MARITTIMA — Italia Viva ha avanzato nuovi suggerimenti a Campiglia Marittima in fatto di economia circolare. 

"Proponiamo l’utilizzo del compost prodotto anche con i nostri rifiuti per accelerare il ripristino paesaggistico delle cave collinari nel nostro Comune, invitando magari anche i Comuni vicini a fare altrettanto. - si legge in una nota - Suggeriamo di indire una conferenza telematica a cui invitare Sei, Acea, Arpat, Cave di Campiglia, Sales e da tenersi in forma scritta e da pubblicare sul giornalino del Comune per mettere insieme produttori, consumatori e controllori di queste terre fertili. Proponiamo anche, che in preparazione, la specifica Commissione consiliare faccia sopralluoghi nei centri di trattamento e, se esistono, in cave che hanno giù utilizzato questa forma di economia circolare".

Una proposta, quella di Italia Viva, in considerazione delle linee di sviluppo dell’Europa e gli interventi per il rilancio dopo la pandemia in atto che pongono al loro centro lo sviluppo dell’economia green e dei processi circolari.

"La Val di Cornia esporta rifiuti in altre aree, tra i materiali di scarto che esportiamo e che vengono trattati altrove ci sono gli sfalci di potatura, la frazione organica dei rifiuti solidi urbani ed i fanghi di depurazione. - hanno osservato - Questi scarti vengono trattati in due impianti, uno della stessa Sei a Grosseto ed uno della Acea a Monterotondo Marittimo e danno luogo ad un compost idoneo allo spargimento sul terreno dove svolge funzioni di ammendante favorendo la vegetazione e fornendo azoto ed altre sostanze nutrienti alle colture. Abbiamo grossi problemi legati all’impatto visivo delle attività estrattive sulle nostre colline. I segni tangibili delle escavazioni permangono per decenni anche dopo che le lavorazioni sono terminate ed i tempi di ripristino paesaggistico sono lunghi. Da questi tre elementi e dopo una positiva valutazione dell’accordo intercorso tra l’Amministrazione Comunale di Campiglia e la più importante azienda estrattiva avanziamo quindi una proposta che va nella direzione di attivare un settore di economia circolare e di accelerare nel contempo il ripristino paesaggistico delle nostre colline".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Protezione civile regionale ha diffuso un codice giallo attivo su tutta la Toscana. Possibili anche colpi di vento e grandinate
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità