Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:52 METEO:PIOMBINO13°17°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 29 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanità, la classifica dei 250 migliori ospedali al mondo di Newsweek: Roma batte Milano

Politica martedì 12 maggio 2020 ore 09:50

Riabilitazione Covid, "Risposte dalla Regione"

Campiglia Marittima

L'associazione Agorà auspica un cambio di passo per la gestione del progetto per il Centro di Riabilitazione per pazienti Covid-19



CAMPIGLIA MARITTIMA — "Questa pandemia è come un pettine che passa sul nostro Paese e fa emergere tutti i nodi irrisolti fino a qui", l’affermazione del Ministro Provenzano per l'associazione Agorà sembra essere calzante anche rispetto alla vicenda del Centro di Riabilitazione di Campiglia Marittima. 

"Crediamo che ormai sia chiaro a tutti che la questione non sia la volontà o meno nel fare la propria parte nell'ospitare e curare i pazienti con Covid-19. L'incidente è istituzionale ma il nodo, a nostro avviso, è prettamente politico e non si può sottacere. - ha commentato l'associazione in una nota - I cittadini delle Valli Etrusche hanno il diritto di conoscere, attraverso i propri rappresentanti, qual è il destino dell'organizzazione sanitaria di un territorio che si è visto spogliato nel tempo delle proprie eccellenze, che attende la realizzazione di progetti sempre annunciati e mai concretizzati. Nel merito auspichiamo risposte più che mai urgenti dal presidente Rossi e dall’assessore Saccardi, ai quali chiediamo con forza di intervenire con indirizzi chiari, perché siamo convinti che la buona politica si fa agendo tramite la condivisione delle proposte, primo ed essenziale passo verso la realizzazione di idee e progetti che hanno ripercussioni sul territorio a medio e lungo termine. Condizionando il futuro a scelte politiche sussurrate mai si riuscirà a risollevare le sorti del territorio delle Valli Etrusche. Il periodo delle opzioni e delle possibilità legate a logiche partitiche o di corrente è finito".

"Rimaniamo perciò stupefatti dalle dichiarazioni della direttrice generale di Asl Toscana Nord Ovest in merito alla questione sulla riqualificazione del Centro di Riabilitazione di Campiglia Marittima. - ha aggiunto - Le Amministrazioni locali hanno bisogno di collaborare con la Regione Toscana per fornire il migliore servizio territoriale, in particolar modo in un periodo ancora critico ed incerto, difficile per tutti e su tutti i livelli. I direttori Asl hanno il dovere di rispondere ai rappresentanti dei cittadini". 

"Quando si tratta di salute pubblica - prosegue - ogni scelta ha ricadute su ogni individuo, in questo caso su una popolazione intera, quella delle Valli Etrusche, i cui sindaci sono stati completamente esclusi all’iniziativa. A Campiglia non ci risulta giunto alcun progetto dettagliato che, lo ripetiamo, avrebbe dovuto essere condiviso, discusso, compartecipato nella sua realizzazione, al fine di ottenere il miglior risultato possibile, per i pazienti e per gli operatori sanitari, per la popolazione che fa del Centro di Riabilitazione di Campiglia un eccezionale punto di riferimento per le proprie necessità. Non vogliamo che i pazienti sia Covid positivi, Covid negativi, che quelli della Rsa e del Cot siano lasciati soli: una migliore gestione del progetto e degli intenti di tutti i compartecipanti avrebbe richiesto maggior chiarezza sul loro trattamento, sulle modalità e sulla pianificazione per una conduzione della loro situazione ottimale sotto ogni punto di vista".

"Il risultato sta portando strascichi davvero penosi, polemiche inevitabili, molti dubbi e problematiche squisitamente politiche, anche in vista delle prossime elezioni regionali. Ognuno faccia la sua parte: presidente Rossi, assessore Saccardi, Azienda sanitaria locale insieme con i sindaci, che conoscono bene il proprio territorio, altrimenti il sistema cade assieme alla fiducia, anche politica, dei cittadini", così a concluso l'associazione esprimendo piena solidarietà alla sindaca Alberta Ticciati pronta a "collaborare ad ogni iniziativa promossa affinché si possano raggiungere scelte politiche oculate e sinergie durevoli, per la creazione di un sistema di sanità territoriale programmata, competente e responsabile, condivisa e condivisibile".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Rifondazione e M5s: "Non crediamo a apparentamenti trasversali o a liste che si spogliano dei simboli partitici mascherandosi dietro al civismo”
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità