comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PIOMBINO16°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 04 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, Conte: «Da subito attivo il piano ‘Italia cashless' per gli acquisti con carte, ma non online»

Politica mercoledì 02 settembre 2020 ore 14:16

"Non porre in discussione il futuro della Parchi"

I consiglieri comunali del Gruppo 2019

Gruppo 2019: "Logorante guerra che ha come unico obiettivo dimostrare che se a Piombino non governa il Pd la Parchi non può funzionare"



CAMPIGLIA MARITTIMA — I consiglieri comunali del Gruppo 2019 sono intervenuti in merito a una serie di questioni legate alla Parchi Val di Cornia. "C’è solo confusione e non si profila niente di buono in questa tempesta", hanno esordito. 

"La Società Parchi Val di Cornia è oggetto di un’attenzione inedita da parte della politica e ciò in teoria sarebbe un bene. Se tale attenzione non fosse mancata quando l’Amministrazione di Piombino nel 2012 tolse i proventi dei parcheggi all’azienda, oggi avremmo un quadro ben diverso su cui ragionare. - hanno sottolineato in una nota - Al tempo però i Comuni di Campiglia e San Vincenzo non dovevano dimostrare che l’azienda aveva un problema, perché nella gestione della Parchi verso il declino, le Amministrazioni monocolore si avviavano in grande concordia. Oggi è diverso ed è un bene che episodi come quelli che hanno interessato l’Ad della Parchi emergano e vengano denunciati per essere verificati. Diciamo subito e chiaramente che se si accerta che un membro del CdA abusa della sua posizione o dei beni dell’Azienda, c’è una sola via d’uscita: le dimissioni. Ciò non deve però mettere né in discussione il futuro della Parchi, né servire da strumento per condurre una logorante ed interminata guerra che ha come unico obiettivo dimostrare che se a Piombino non governa il Pd la Parchi non può funzionare".

"Sembra infatti che questo sia l’unico obiettivo delle amministrazioni di Campiglia e San Vincenzo. - hanno commentato - La prima talmente miope da non accorgersi che un rapporto di vera collaborazione istituzionale sulla Parchi è strategica per un comune il cui patrimonio già in carico alla Società e potenzialmente valorizzabile è enorme e al di fuori della portata del singolo comune (la vicenda del ritardo enorme nell’apertura di San Silvestro è emblematica). La seconda talmente interessata al sistema dei parchi della Val di Cornia da aver tolto l’unico semiparco, Rimigliano non è neppure un Anpil, dalla gestione dell’azienda sovra comunale di cui continua a far parte senza che nessuna area sia in carico alla stessa". 

E concludono: "Se ci fosse l’intento di risolvere i problemi e sviluppare le potenzialità della Parchi, saremmo stati di fronte a ben altre condotte. Le attendiamo e le sollecitiamo, come sempre".



Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità