QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 15°25° 
Domani 15°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 18 settembre 2019

Attualità martedì 21 marzo 2017 ore 16:51

Morto l'architetto che ha trasformato Venturina

Giorgio Benucci

E' morto a Roma il 19 marzo e oggi è stato sepolto nella cappella di famiglia da lui disegnata nel cimitero di Campiglia



CAMPIGLIA MARITTIMA — E' morto, il 19 marzo, l'architetto Giorgio Benucci, figura professionale e uomo di cultura che ha lasciato un segno importante nello sviluppo urbanistico e architettonico del comune di Campiglia Marittima.

E' stato lui, infatti, a progettare importanti opere pubbliche che hanno trasformato l’immagine della frazione di Venturina in un centro moderno caratterizzato da un’architettura contemporanea di qualità. 

In questi giorni, dunque, la sindaca Rossana Soffriti ha parlato con la compagna dell’architetto alla quale ha voluto portare la dimostrazione d’affetto che Campiglia ha nei confronti del noto architetto.

Benucci era nato a Pisa il 1 dicembre 1930 e si era laureato a Roma alla facoltà di Architettura La Sapienza. Vincitore di numerosi concorsi nazionali per la realizzazione d’importanti opere pubbliche, dalle scuole agli ospedali, la sua attività è sempre stata improntata al disegnare per costruire coniugando il funzionalismo con gli aspetti costruttivi e il know-how d’impresa. Nel 1975 fece parte del comitato di architetti per la stesura dei piani urbanistici coordinati della Val di Cornia e nel 1979 progettò la Scuola elementare e la Palestra A. Altobelli di Venturina Terme che è considerata la sintesi della sua vasta esperienza. 

Limitandoci al lavoro su questo territorio, va ricordato che portano la sua firma, negli anni Ottanta, il restauro del Palazzo Comunale di Campiglia Marittima e quello del Teatro dei Concordi, il Piano particolareggiato per il restauro conservativo del centro storico nel 1981; a Venturina Terme la Casa del Popolo (1974), la Scuola elementare Altobelli (1979), l’Asilo nido comunale (1981), il Piano per l’Edilizia economica e popolare (1982) la Scuola materna Arcobaleno (1990), la Delegazione comunale e il Distretto Asl (anni Novanta), fino a diversi progetti nell’ambito del Pianto Integrato d’intervento dei primo decennio del 2000.

Giorgio Benucci per sua volontà sarà sepolto nel cimitero comunale di Campiglia Marittima nella tomba di famiglia da lui disegnata su cui l’Amministrazione comunale, che esprime alla famiglia le più sentite condoglianze, ha inviato dei fiori.



Tag

Scissione PD, le risate di Di Pietro: "Non sapevo nulla"

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Lavoro

Lavoro

Politica