QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12°12° 
Domani 11°13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 26 gennaio 2020

Attualità giovedì 05 dicembre 2019 ore 19:53

Turismo termale, un progetto per valorizzarlo

Il parco di Tufaia

Il Comune ha aderito al progetto nazionale dei Comuni terminali e con l'Ancot studia un piano per valorizzare il moderno termalismo



CAMPIGLIA MARITTIMA — Il Comune di Campiglia Marittima ha aderito, come comune associato ad A.N.C.O.T, l’associazione nazionale dei comuni termali, al progetto nazionale volto allo sviluppo dei Comuni Termali, attraverso il miglioramento delle infrastrutture e dei servizi di natura pubblica a supporto del turismo termale. 

“La nostra amministrazione comunale - ha affermato la sindaca Alberta Ticciati - non soltanto non vuole disperdere quanto costruito, ma vuole investire e sviluppare quell’idea di turismo e territorio che è il Comune di Campiglia Marittima e l’abitato di Venturina Terme, come un tassello importantissimo del turismo, oltre l’arco della stagionalità, della costa Toscana. Negli anni indietro si è lavorato in modo responsabile e lungimirante, nonché con grandi sacrifici, dando luce al Parco Termale, convincendo e coinvolgendo privati che hanno investito in questa area e in questa visione di territorio, arricchendo la ricchezza del nostro Comune e l’offerta turistica della Val di Cornia tutta”.

“Analizzando l’andamento dello sviluppo del turismo termale, - ha aggiunto l’assessora al turismo e attività produttive Stella Zannoni - possiamo collocarci in una fase dove le terme intese come strumento di cura, non sono più il traino di quel settore economico oggi rappresentato dalla domanda di benessere, il raggiungimento cioè, di un miglioramento della qualità della vita”. 

Considerando che la Toscana, secondo i dati nazionali, si trova al quarto porto a livello nazionale per questo segmento turistico, l'Amministrazione ha deciso di valorizzare e promuovere la sua specificità. 

“Il Turismo Termale – ha sostenuto Zannoni - ci permetterà di creare ed allargare la già ampia gamma di attività che, turisti e non, possono svolgere nel nostro territorio e potrà completare ed ampliare quei servizi che già le attività produttive locali si impegnano, con buonissimi risultati, a dare. Dall’altra parte la nuova leva economica, il termalismo, potrà beneficiare di un contesto storico-culturale, paesaggistica ed enogastronomico strutturato e testato di una rete, quella dei Parchi, riconosciuta come modello a livello Europeo, che certo attribuisce un valore aggiunto alla nostra terra”.

Il progetto di Ancot prevede la predisposizione di un dossier tecnico-descrittivo che definisce gli investimenti necessari per il miglioramento delle infrastrutture e dei servizi pubblici a supporto del turismo termale, la riqualifica delle aree in cui si inseriscono gli stabilimenti e l’ampliamento delle infrastrutture pubbliche di significato ludico-ricreative-sportive-culturali, come il parco di Tufaia e il Parco termale. 

Un progetto, dunque, che vedrà valorizzare Venturina Terme, sia dal punto di vista degli stabilimenti, sia dal punto di vista della gradevolezza del territorio e della presenza di servizi. Al termine di questa fase Ancot definirà con l’Amministrazione comunale le azioni di contatto e di interlocuzione con le amministrazioni regionali, per presentare dei dossier progettuali e definire dei canali di finanziamento finalizzati alla loro realizzazione.



Tag

Casoria, gruppo di ragazzine accerchia e picchia una coetanea: il video che fa discutere

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Lavoro

Politica