Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:22 METEO:PIOMBINO12°13°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 02 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Minaccia di buttarsi dal balcone per 44 ore. Alla fine lo bloccano così

Attualità lunedì 04 maggio 2020 ore 20:30

Saracinesche alzate, il commercio vuole ripartire

Negozi chiusi (Foto di repertorio)

Flashmob dei negozianti organizzato da Confcommercio per accendere i riflettori sulla categoria e manifestare le difficoltà col protrarsi del lockdown



CAMPIGLIA MARITTIMA — Il clima per le imprese che devono prolungare la chiusura a causa della pandemia si fa facendo più difficile sotto tutti gli aspetti e per il 4 Maggio è prevista un’azione simbolica promossa da Confcommercio.

Lunedì 4 Maggio 2020 alle 10,30 i negozianti apriranno le saracinesche a metà ed accenderanno le luci, per ricordare la propria presenza alle istituzioni nazionali. Le attività non saranno aperte al pubblico. Il messaggio che vuole dare l’associazione di categoria è di voler riaprire in/con sicurezza.

La giunta comunale di Campiglia Marittima intende esprimere vicinanza e sostegno al settore che è tra i più penalizzati.

“Siamo vicini alle attività e ai lavoratori del settore, - ha commentato l'assessora allo Sviluppo economico Stella Zannoni - ci facciamo portavoce delle loro difficoltà e cercheremo di lavorare a sostegno delle attività per farle ripartire tutelando il loro lavoro. Concordiamo sulla necessità di una riapertura in sicurezza per i dipendenti e i clienti, ma anche per una maggior sicurezza economica fondamentale in questo periodo. I tavoli di lavoro e confronto con le associazioni di categoria e i rappresentati delle categorie e la regione sono aperti permanentemente – ha spiegato Zannoni - l’amministrazione comunale è consapevole che le nostre attività sono il presente e il futuro del nostro territorio, ed è anche per questo che stiamo lavorando con la finalità di ripartire in sicurezza e più forti di prima”.

“Tutte quelle attività che hanno dovuto completamente chiudere i battenti e penso ai bar, ai ristoranti, alle estetiste e ai parrucchieri, ai negozi di abbigliamento e alle strutture ricettive, hanno la necessità, per il lavoro e per i clienti, di essere reinserite nel circuito produttivo in sicurezza. - ha affermato la sindaca Alberta Ticciati - Questo è il momento di pensare a come fare e quali strumenti mettere in campo perché se è vero che l’emergenza sanitaria non è finita, è vero anche che si fa forte la necessità di tornare ad una quotidianità di relazioni, seppur diverse da prima per evitare di far ripartire l’epidemia poiché una seconda ondata sarebbe davvero insostenibile per tutti” .

La protesta ha coinvolto tutti i Comuni della Valdicornia.

"Questa mattina anche i commercianti hanno organizzato un flashmob per appellarsi al Governo chiedendo garanzie per far sopravvivere le loro attività.
Io e Sabrina Nigro, assessore alle Attività produttive, siamo andati a incontrarli per dimostrare loro la nostra vicinanza personale e quella di tutta l’amministrazione. - ha commentato il sindaco di Piombino Francesco Ferrari - L’emergenza sanitaria che stiamo attraversando sta causando consistenti ripercussioni economiche che vanno a sommarsi alle difficoltà già esistenti. In attesa del necessario intervento da parte dello Stato, - ha aggiunto Ferrari - abbiamo sospeso la Tosap e la tassa sulla pubblicità e stiamo cercando risorse nel bilancio del Comune per programmare una manovra complessiva che possa dare un sostegno alle imprese in difficoltà. Dietro tutte queste saracinesche abbassate ci sono famiglie che dipendono dalle attività, sacrifici, impegno e spese che, purtroppo, non possono aspettare i tempi della pandemia. Cercheremo di essere al fianco di tutte queste attività augurandoci che lo Stato faccia altrettanto".

Anche la sindaca di Suvereto Jessica Pasquini ha manifestato ai piedi del municipio ricordando che l'amministrazione ha già incontrato una prima volta le rappresentanze del settore, raccogliendone le istanze e sta continuando i confronti e gli approfondimenti per presentare un pacchetto di misure che possano dare un aiuto alle categorie più colpite.

Anche il sindaco di San Vincenzo Alessandro Massimo Bandini, il vicesindaco Delia Del Carlo, l’assessore alle attività produttive Massimiliano Roventini, l’assessore al turismo Serena Malfatti e l’assessore al Bilancio Marco Bonicoli si sono uniti al flashmob dei commercianti sanvincenzini.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
"Per non interrompere questo momento storico virtuoso per la nostra città, per non tornare indietro di vent’anni, sono di nuovo in campo"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Attualità

Attualità