Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:53 METEO:PIOMBINO15°18°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 17 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sale su una piattaforma proibita per scattare un selfie e precipita nel vuoto: morta un’influencer russa

Politica giovedì 16 febbraio 2023 ore 14:22

Concessioni balneari, tra proroghe e dubbi

Foto di repertorio

Il Senato ha approvato gli emendamenti in via definitiva, allungando la validità delle concessioni di un anno intero



PROVINCIA DI LIVORNO — Gli esponenti toscani in Parlamento hanno accolto in maniera contrastante l'approvazione degli emendamenti al decreto milleproroghe in materia di concessioni balneari. Raccogliamo le dichiarazioni dei deputati Chiara Tenerini (Forza Italia) e Marco Simiani (Partito Democratico).

Il provvedimento così approvato prevede: l'allungamento della validità delle concessioni di un intero anno, spostandone la scadenza dal 31 Dicembre 2023 al 31 Dicembre 2024; lo slittamento di cinque mesi il termine per effettuare la mappatura delle concessioni balneari, da fine Febbraio a fine Luglio; il mantenimento delle strutture balneari amovibili fino al 31 Dicembre 2023.

“Esprimo soddisfazione per l’approvazione in Senato della proroga al 31 Dicembre 2024 delle concessioni balneari. Era necessario un intervento in tal senso per mettere in atto una mappatura, che rilevi l’effettiva disponibilità nel nostro Paese della risorsa spiaggia. - ha commentato la deputata di Forza Italia Chiara Tenerini - Noi di Forza Italia riteniamo che il dibattito non debba chiudersi rispetto al fatto che la direttiva, che si applica ai servizi prestati nel territorio dell’Unione, non andrebbe applicata in Italia, essendo le spiagge un bene demaniale, e non un servizio. Una mappatura coerente della realtà italiana potrebbe rilevare la non scarsità della risorsa e chiudere un contenzioso con l’Europa che dura ormai da 15 anni. Le spiagge italiane presentano caratteristiche peculiari e sono, a differenza di altri Paese europei, una risorsa fondamentale per il turismo e l’economia. Con il mio partito continueremo a portare avanti questa battaglia”.

Chiara Tenerini

"Governo arrogante penalizza imprese e mette a rischio fondi Pnrr. Anche sulle concessioni balneari Giorgia Meloni decide di non decidere: governare significa prendersi delle responsabilità e non procedere a tentoni con continui spot elettorali. Rimandare ancora penalizza soprattutto le imprese serie del settore che hanno bisogno di certezze per programmare attività ed investimenti. - ha commentato Marco Simiani, capogruppo Pd in Commissione Ambiente di Montecitorio - Il riordino delle concessioni era già stato messo in agenda dal governo Draghi ed un ulteriore rinvio metterebbe a rischio i fondi del Pnrr legati all’attuazione di riforme strutturali come quella sulle spiagge. Il Partito Democratico si è subito messo a disposizione per individuare una norma condivisa ma l’arroganza e la superficialità di questo esecutivo impedisce ogni confronto”.

Marco Simiani

La misura approvata dal Senato non potrà essere modificata alla Camera, al secondo passaggio in aula, previsto per il prossimo mercoledì, sarà posta la questione di fiducia.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Camping Cig: "Unire le lotte di tutti i lavoratori e dei cittadini di Piombino in una unica vertenza che ha come controparte il Governo"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica

Lavoro