QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 21°22° 
Domani 20°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 14 ottobre 2019

Attualità giovedì 14 maggio 2015 ore 19:04

Dipendenti Sol, anche Giuliani scende in campo

​Cassa integrazione a rischio per 8 dipendenti dello stabilimento Sol di Piombino. Comune e sindacati insieme per trovare una soluzione



PIOMBINO — Cassa integrazione a rischio per 8 dipendenti della Sol di Piombino, che ne usufruiscono ormai da un anno, a causa di un cavillo normativo. Il sindaco ha incontrato a questo proposito questa mattina i sindacati della Filctem Cgil e le Rsu della Sol per affrontare la questione.

Proprio ieri con una lettera ufficiale il sindaco aveva inoltre richiesto un incontro con l’assessore regionale alle attività produttive Gianfranco Simoncini, in qualità di responsabile dell’unità di crisi lavoro della Regione, il quale ha risposto tempestivamente convocando una riunione per lunedì 18 maggio alle 15.

Nell’incontro che si è svolto questa mattina in Comune, sia Giuliani, sia le rappresentanze sindacali hanno preso atto dell’impegno immediato della Regione e di tutti i soggetti coinvolti per cercare una risoluzione veloce ed efficace.

“Condivido pienamente le preoccupazioni dell’azienda - ha detto il sindaco Giuliani - proprio per questo ci faremo carico tutti insieme di portare questa problematica all’attenzione del Ministero del Lavoro in tempi brevi.”

L’accordo di cassa integrazione straordinaria per i dipendenti Sol era stato stipulato, su indicazione dello stesso Ministero dello sviluppo economico, presso la sede della Confindustria di Livorno. Una recente circolare ministeriale aveva invece comunicato alle parti che i rinnovi per il secondo anno di Cigs da concedere in deroga potevano essere concessi fino ad esaurimento dei fondi solo a quelle aziende che avevano stipulato inizialmente gli accordi negli uffici ministeriali di Roma.

Il mancato prolungamento della Cigs comporterebbe la perdita del posto di lavoro per i lavoratori in questione. Tutto questo andrebbe ad aggiungersi a una situazione aziendale già pesantemente provata dalla riduzione del 50% del personale effettuata dall’azienda lo scorso anno mediante il ricorso a mobilità e a percorsi di ricollocazione del personale.



Tag

Russia, Berlusconi: «Neanche Salvini ha tolto le sanzioni»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità