Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO20°23°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 19 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Frecce Tricolori, il video delle spettacolari evoluzioni sulle note di «Nessun Dorma»

Politica martedì 27 luglio 2021 ore 17:00

Discarica e memoria corta, maggioranza all'attacco

La discarica di Piombino

Attacco diretto a Pd e Ascolta Piombino che hanno recentemente criticato la linea del sindaco Ferrari sulla questione discarica



PIOMBINO — La coalizione di maggioranza a Piombino si scaglia all'attacco di Pd e Ascolta Piombino dopo i recenti commenti delle diverse forze legati alle sorti della discarica e del fallimento della società Rimateria che la gestiva. 

"Gli interventi combinati di De Rosas (leggi qui l'articolo collegato) e del consigliere Bartolini di Ascolta Piombino (leggi qui l'articolo collegato) sono il chiaro epilogo di un percorso che rivede Ascolta Piombino e quindi il suo principale esponente, Riccardo Gelichi, tornare alla casa madre, il suo amato Pd. - hanno commentato le forze di maggioranza Lega, Forza Italia-Udc civici popolari, lista Ferrari sindaco, lista Lavoro & Ambiente - L'ex assessore della giunta Ferrari che in pompa magna presentava il suo sostegno al candidato sindaco di Fratelli d'Italia davanti ai cancelli di Rimateria, in un sol colpo ha dimenticato il suo cammino al fianco dei suoi compagni di viaggio del centrodestra. - hanno ricordato in una nota - La memoria corta in politica è oramai una consuetudine, ma non tutti dimenticano. Non andrebbe neanche dimenticato il risultato poco brillante della lista capitanata da Riccardo Gelichi, che solo grazie al premio di maggioranza ha raggiunto un seggio in Consiglio comunale e la nomina ad assessore. Più giustificabili sono le critiche del segretario del Pd De Rosas, d'altra parte lui non conosce il passato. Chi gli ha raccontato come le cose siano andate, sicuramente avrà omesso che se Rimateria è arrivata al fallimento le cause deve ricercarle tutte in casa sua. Le autorizzazioni al conferimento dei rifiuti le ha concesse la Regione, come del resto le legittime e fisiologiche prescrizioni che hanno portato i soci privati a chiedere il fallimento. Questo è un dato inconfutabile, come il fatto che la crescita vertiginosa della discarica in altezza ed i cattivi odori che hanno generato maleodoranze abbiano provocato reazioni da parte della comunità piombinese". 

"Chi sostiene che la vittoria di Ferrari sia imputabile a Rimateria non ha del tutto torto, in realtà, la disastrosa gestione del comparto dei rifiuti a Piombino ha provocato soprattutto la pesantissima sconfitta del Pd e dei suoi alleati. - hanno proseguito - Puta caso proprio di quel partito che De Rosas guida, e che suo malgrado, vorrebbe maldestramente deresponsabilizzare. La maggioranza di centrodestra e civici che governa la città aveva preso impegni precisi davanti agli elettori, che coerentemente ha perseguito, nonostante le tante difficoltà incontrate. Di fatto, oggi vi è la certificazione di un fallimento che viene da lontano, nonostante i milioni di metri cubi di conferimento che avrebbero dovuto garantire bilanci floridissimi, invece che un pesantissimo indebitamento economico. La situazione è molto difficile, ma deve e può essere governata". 

"Serve una visione diversa, partendo dal potere sostitutivo che solo la Regione può esercitare, avendo competenza e risorse, come del resto prevedono le norme in materia. Ciò garantirebbe un percorso sostenibile sotto il profilo del controllo ambientale e soprattutto non provocherebbe il licenziamento dei dipendenti. - hanno spiegato - Inoltre, vi è il tema degli ammortizzatori sociali, che per altri comparti sono stati utilizzati nonostante le norme non lo prevedessero, stranamente per i lavoratori di Rimateria la politica questo sforzo non riesce a farlo. Poi, dovrà iniziare una discussione vera su un territorio devastato, che vuole risorgere dopo aver concesso troppo sotto il profilo dell'inquinamento. Questo è il cuore del tema con cui affrontare le questioni. Altre soluzioni speculative possibili a noi non interessano. Piombino ed i piombinesi hanno già dato fin troppo".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La sala operativa della Protezione civile regionale ha emesso un'allerta meteo con codice giallo per la costa e le isole dell’Arcipelago toscano
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità