QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 18°31° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 25 agosto 2019

Imprese & Professioni martedì 26 luglio 2016 ore 12:46

​E-commerce e aumento dell’export

La rivoluzione digitale in Val di Cornia



VAL DI CORNIA — In un periodo di scelte difficili nell'economia globale, con una crisi che fatica ad allentare la presa, la diffusione del web e delle piattaforme online la sta facendo da padrone in termini di convenienza e praticità d'acquisto. Non è un mistero che molte aziende, anche da anni radicate sul territorio, hanno dovuto adattarsi a questa crescente digitalizzazione, talvolta instaurando un rapporto più diretto con i propri clienti e spostando online parte delle proprie attività.

Il cambiamento non si limita solo a settori quali moda o viaggi: molte compagnie, fino ad ora più "localizzate", stanno vivendo una lenta ripresa anche grazie alla creazione di proprie piattaforme e-commerce (operanti sia nel mercato B2B che B2C). Ad esempio, molte sono le aziende che puntano al settore agrario, ed alcune lo fanno tenendo conto del volume di esportazioni a livello nazionale, ai fini di una più efficiente globalizzazione dei mercati in cui operano.

Diverse piattaforme operanti all'estero sono, infatti, attente a quanto prodotto in Val di Cornia: dalla rinomata produzione vinicola al mercato agricolo in generale, con uno sguardo particolare a quanto fatto dalle aziende metallifere. Non ne fa segreto una compagnia di recente fondazione quale TradeMachines che in queste tre aree trova il proprio bacino d'utenza.

Questa ventata di novità (tanto nelle modalità d'acquisto, quanto nella considerazione avuta da aziende estere) si sposa bene con il recente aumento nel volume di esportazioni, specie nel settore agroalimentare. Un recente rapporto della CIA mostra numeri in rialzo per volume di vendite all'estero, facendo ben sperare per gli operatori agricoli (con aree quali vino e ortofrutta a fare da forze trainanti).

Con tali premesse, si spera che la Val di Cornia sappia approfittare di queste condizioni per incrementare il proprio commercio. Questa recente digitalizzazione ha permesso a molte aziende del territorio di soddisfare più velocemente le richieste di operatori esteri, creando ulteriore margine di crescita per le esportazioni locali.

L'augurio è che si assista a una ripresa che finalmente lasci un po' di respiro a rivenditori e consumatori: benvenga se la strada da percorrere si trova sul web.



Tag

Gasparri a Salvini: "Basta serenate a Di Maio, centrodestra sia unito"

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Politica

Lavoro