comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO11°13°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 20 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Usa, Lady Gaga canta l'inno americano accompagnata dalla banda dei Marine

Attualità mercoledì 04 novembre 2020 ore 10:40

Nell'Asl nord ovest sessantamila tamponi al mese

Elisabetta Stenner, responsabile laboratori analisi covid asl toscana nord ovest
Elisabetta Stenner, responsabile laboratori analisi Covid-19 Asl Toscana nord ovest

La responsabile laboratori analisi Covid spiega che per le emergenze tutte le zone, da Massa fino all’Elba, hanno strumenti per refertazione rapida



PISA — “La situazione dei laboratori aziendali che si occupano di processare i tamponi Covid è sicuramente complessa, ma se il sistema, pur con qualche innegabile difficoltà, sta reggendo lo dobbiamo all’impegno e agli sforzi fatti in questi mesi per adeguare strumentazioni e capacità di risposta in vista di una seconda ondata che non potevamo non aspettarci”. Così Elisabetta Stenner, responsabile aziendale dei laboratori analisi per il Covid-19 nell'Asl Toscana nord ovest descrive la situazione attuale della refertazione dei tamponi.

“In Azienda Usl Toscana nord ovest – continua Stenner – siamo passati in 7 mesi dai 2mila tamponi del marzo scorso ai 60mila di ottobre. In pratica quello che prima era il nostro carico mensile è diventato l’impegno giornaliero. Per arrivare a questo risultato abbiamo dovuto lavorare duramente in questi mesi e soprattutto mettere in campo una strategia precisa. Abbiamo da una parte scelto di differenziare la tecnologia a disposizione dei vari laboratori, in modo che una eventuale scarsità di forniture non blocchi in toto l’attività, dall’altra abbiamo dotato tutte le zone, da Massa fino all’Isola d’Elba, di strumentazioni per la refertazione rapida da utilizzare per eventuali emergenze. In questo modo l’intero sistema è stato messo in sicurezza”.

“A fronte di questo il nostro lavoro – conclude Stenner – si basa sulla previsione di quantità di tamponi da processare con un determinato quantitativo di risorse strumentali. Se, per un qualsiasi motivo, salta uno dei due fattori e quindi abbiamo molti più tamponi oppure ci sono molte meno forniture il sistema può accusare dei ritardi che si ripercuotono sui tempi di refertazione. Di questo ci scusiamo, ma vi assicuriamo che stiamo dando il massimo e che ogni difficoltà è per noi stimolo per migliorare i nostri risultati.

Il video con l'intervento della dottoressa Stenner è visibile qua sotto.

Laboratorio Analisi TNO, in 7 mesi da 2mila e 60mila tamponi Covid al giorno (4 novembre 2020)


Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Politica

Attualità

Attualità