Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:31 METEO:PIOMBINO12°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 01 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Ragazzi, non guidate se avete bevuto e correte verso la felicità nel ricordo di Francesco»

Lavoro sabato 11 giugno 2022 ore 07:39

Un tesoretto per riscoprire mestieri e artigiani

Foto di archivio

La Camera di Commercio ha stanziato 50mila euro per tutelare i mestieri tradizionali e favorire il passaggio generazionale



LIVORNO — La Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno ha presentato il bando per tutelare mestieri e artigiani tradizionali e sostenere il passaggio generazionale.

Il nuovo bando della Camera di Commercio è rivolto alle imprese artigiane con l’obiettivo di scongiurare la scomparsa di mestieri e figure professionali artigiane tradizionali, evitando la dispersione di conoscenze ed esperienze pluriennali. Questo sarà possibile promuovendo percorsi di passaggio generazionale aziendale: lo scopo è, grazie al trasferimento delle conoscenze, favorire la continuità aziendale ed una migliore prevenzione e gestione delle situazioni di crisi finanziaria, creando contemporaneamente opportunità occupazionali per le nuove generazioni.

Per passaggio generazionale si intende la prosecuzione dell’attività svolta da imprese originarie iscritte al R.I. come imprese artigiane (sezione speciale) ed attive da almeno 10 anni. Le imprese potenziali beneficiarie potranno essere sia una nuova impresa iscritta al R.I. a seguito di cessazione di attività da parte dell’impresa originaria sia l’impresa originaria stessa purché sia stata oggetto di una modifica della compagine sociale o amministrativa. Inoltre, la prosecuzione dell’attività dell’impresa originaria, indipendentemente da quale sia la formula prescelta dovrà avvenire da parte di un parente del titolare/socio dell’impresa originaria entro il 3° grado oppure da un dipendente, inserito anche con la formula del contratto di apprendistato, presente da almeno 3 anni nell'organico dell'impresa.

Il bando prevede l’erogazione di un voucher a fondo perduto pari al 70% delle spese sostenute e ritenute ammissibili (al netto di IVA) e comunque fino ad un massimo di 5mila euro. Sarà riconosciuta una premialità aggiuntiva pari al 5% del contributo, nel caso in cui il soggetto titolare della nuova impresa sia nato dopo il primo Gennaio del 1993.

Le risorse stanziate sono pari a 50mila euro ed il bando rimarrà aperto fino al 30 Novembre 2022.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Pd e Anna per Piombino invitavano il sindaco ad aprire un tavolo istituzionale con la Regione Toscana e le parti coinvolte
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

RIGASSIFICATORE

Attualità

Attualità

RIGASSIFICATORE