Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO19°24°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 23 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Un governo che cerca di non far danni è già molto, ma non basta». Applausi dalla platea

Attualità martedì 27 aprile 2021 ore 12:00

Emergenze, il numero unico sbarca a Pisa e Livorno

Un vero e proprio filo conduttore tra i cittadini e le centrali operative. Il numero di emergenza unico 112 entra in funzione anche nelle due province



LIVORNO — Un numero unico per contattate polizia, carabinieri, vigili del fuoco e 118. Entra oggi in funzione, anche per le province di Pisa e Livorno, il numero di emergenza unico europeo 112.

Con il suo ampliamento ai distretti telefonici 050-0587-0588-0571- 0586- 0565, trova così compimento il piano di adozione del numero unico nel territorio regionale. La Centrale unica di risposta (Cur) della Regione Toscana, la più grande finora realizzata in Italia, ha sede nel presidio ospedaliero Palagi di viale Michelangelo, a Firenze, e offrirà un servizio a 4 milioni e mezzo di utenti al giorno, con un tempo medio di risposta di 2,1 secondi.

La centrale funge come un vero e proprio filo conduttore tra i cittadini e le centrali operative di secondo livello dislocate sul territorio, consentendo l'allertamento contemporaneo di più enti di soccorso. Oltre a 112, 113, 115, 118, sarà collegata con la Cur anche la guardia costiera.

L'operatore ha subito a disposizione il numero di telefono di chi chiama e vede su una mappa geografica la sua posizione. Inoltre, un team di interpreti garantirà, in caso di necessità, il dialogo multilingue. La Cur è anche in grado di filtrare le chiamate fatte per errore, per scherzo o per chiedere informazioni, quindi che esulano da situazioni di emergenza. Non solo, la centrale è accessibile anche tramite l'App Where Are U che, usando il gps dello smartphone, invia automaticamente all'operatore i dati sulla geolocalizzazione del chiamante, permettendo l'intervento mirato dei soccorsi. L'App può essere utilizzata anche in modalità muta, selezionando il tipo di soccorso richiesto.

Il servizio è stato presentato oggi nel corso di una conferenza stampa. I prefetti di Pisa e Livorno Giuseppe Castaldo e Paolo D’Attilio hanno parlato di una "Giornata importante per la Toscana e per le province di Livorno e Pisa".

"I cittadini  - ha sottolineato il direttore generale dell'Asl Toscana Nord Ovest Maria Letizia Casani - avranno un numero che consentirà una presa in carico multidisciplinare, ancora più importante in questo momento storico caratterizzato dall'emergenza Covid".

Aspetto sottolineato anche dal sindaco di Pisa Michele Conti: "Una novità importante - ha detto il sindaco- che sgombra il campo da equivoci, migliorando il servizio e avvicinando istituzioni e cittadini".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dall'azienda: "Impegnati a rimanere sul territorio. Attivato un canale con il Mise". Il sindaco pensa al recupero delle aree dismesse
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Lavoro