Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO11°20°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 07 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Attualità venerdì 18 dicembre 2020 ore 13:45

Guerrieri nuovo presidente della Autorità portuale

Luciano Guerrieri

La nomina del piombinese Luciano Guerrieri alla guida dell'Autorità portuale del mar Tirreno settentrionale ratificata da Regione e Ministero



LIVORNO — Sarà il piombinese Luciano Guerrieri il nuovo presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno settentrionale. Il presidente della Toscana Eugenio Giani, che ha sottoscritto oggi l’intesa con il Ministero per le infrastrutture riguardo all’assegnazione dell’incarico, esprime la sua soddisfazione per la nomina

“Sono stato molto contento di accettare la scelta proposta dal Ministro Paola De Micheli – ha detto Giani –. Apprezzo e stimo Guerrieri da sempre per le capacità e la grande competenza in ambito portuale e marittimo, maturata anche durante il suo incarico come Presidente e Commissario straordinario del Porto di Piombino, Presidente di Porto 2000 a Livorno, vicepresidente di Assoporti e Federlogistica, oltre che nei suoi mandati come sindaco dal 1995 al 2004. Lo considero inoltre una persona di grande valori umani".

"L’Autorità di sistema del Mar Tirreno settentrionale - ha aggiunto il governatore toscano - gestisce i principali porti toscani e l’Arcipelago, con lui alla sua guida potremo guardare alla valorizzazione dell’Arciplego e alla realizzazione dei progetti regionali che riguardano le vie marittime. Sono sicuro che insieme riusciremo a guidare il Porto di Livorno verso la realizzazione della Darsena Europa e lo sviluppo portuale ed a completare il nuovo porto di Piombino”.

Soddisfazione per la nomina di Lucinano Guerrieri anche dalle forze di maggioranza del Comune di Livorno. "Nel maggio scorso - hanno ricordato da Articolo Uno, Casa Livorno, Futuro! e Partito Democratico -, nel pieno della prima fase della pandemia Covid, le forze politiche di maggioranza avevano discusso e approvato in Consiglio Comunale un Atto d’Indirizzo sulla portualità livornese nel quadro della crisi economica che si andava profilando. In quell’occasione avevamo manifestato la nostra comune preoccupazione per le principali criticità in ambito portuale, preesistenti all’emergenza sanitaria, anche facendoci portatori della voce concorde delle categorie economiche e delle categorie sindacali, e in particolare: “l’instabilità della governance dell’Autorità Portuale attraversata da commissariamenti, interdizioni, reintegri che fanno perdurare un clima di incertezza e rallentamenti decisionali, i gravi e incomprensibili ritardi sulle opere infrastrutturali che stanno continuando a far perdere competitività al porto di Livorno relegandolo in posizioni di marginalità”. Su questa base, avevamo auspicato che l’ADSP imprimesse “una risoluta discontinuità nelle proprie modalità di lavoro, accelerando al massimo la progettazione e l’implementazione delle suddette opere infrastrutturali”, e avevamo impegnato il Sindaco e la Giunta a rappresentare al Ministro dei Trasporti queste criticità e le nostre preoccupazioni".

"Anche alla luce del lavoro svolto congiuntamente al Sindaco, alla Giunta e ai nostri rappresentanti in Parlamento e in Consiglio Regionale partendo da quell’Atto d’Indirizzo - hanno proseguito i gruppi di maggioranza -, esprimiamo la nostra soddisfazione per l’indicazione di Luciano Guerrieri per la presidenza dell’Autorità Portuale venuta dal Ministro dei Trasporti Paola De Micheli. Forte di un impegno più che trentennale nell’amministrazione dei nostri territori e nella gestione di aziende portuali complesse e di dimensioni significative, Guerrieri ha le carte in regola per imprimere alla governance portuale quella svolta lungamente attesa dalla città e da tutta la comunità economica e produttiva livornese. Una svolta che sia all’insegna della capacità di ascolto e decisione, perché il Porto di Livorno non può perdere altro tempo nel rilancio delle proprie straordinarie potenzialità. Ce lo chiedono la città e il suo futuro, ce lo chiedono le categorie produttive e le associazioni sindacali. Ringraziando Stefano Corsini e Massimo Provinciali per il lavoro svolto in questi anni, ci auguriamo dunque che il percorso istituzionale per la conferma di Guerrieri alla guida dell’Autorità Portuale proceda speditamente e che già dalle prossime settimane si possa pienamente insediare la nuova governance del sistema portuale livornese".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ai casi già noti dalla settimana scorsa, negli ultimi giorni se ne sono aggiunti altri appartenenti allo stesso focolaio
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Lavoro

Attualità