Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PIOMBINO11°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 23 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Remuzzi:«Le cure domiciliari non sono un'alternativa al vaccino»

Attualità venerdì 27 novembre 2015 ore 10:00

"Unificare i poli tecnologici per crescere"

Per Mazzeo è questa la ricetta giusta per rilanciare la Toscana costiera: "Il loro proliferare in modo frammentario rischia di essere un limite"



LIVORNO — “Quello dell’innovazione è uno dei settori chiave da cui può passare il rilancio della Toscana e in particolare dell’area costiera".

Il presidente della commissione istituzionale Toscana costiera, Antonio Mazzeo, Pd, si è espresso in questo modo al termine della seduta di ieri. La commissione ha come scopo lo sviluppo socio-economico della Toscana occidentale e la proposizione di iniziative politico-legislative. In questo obiettivo rientra la mozione che la commissione intende elaborare in modo unitario.

“Sulla costa c'è una grande concentrazione di poli tecnologici -ha aggiunto- ma il loro proliferare in modo frammentario rischia di finire per essere un limite anziché un vantaggio”.

"Per questo -prosegue Mazzeo- abbiamo ascoltato i rappresentanti dei poli tecnologici e mi sono fatto promotore di una mozione per la costituzione di un unico polo di area vasta in grado di convogliare e gestire in maniera più efficace le risorse e poter essere sempre più un luogo di attrazione imprenditoriale capace di creare nuovi posti di lavoro. Un testo che ho sottoposto ai colleghi della commissione e sul quale spero si possa arrivare a una sintesi sottoscritta da tutte le forze politiche così da poterla portare unitariamente in aula consiliare”.

Come sottolineato dallo stesso Mazzeo "Occorre dare vita a processi di fusione o di unificazione gestionale volti alla crescita dimensionale dei poli tecnologici".

Nel dibattito che si è sviluppato, il consigliere Francesco Gazzetti, Pd, ha chiesto di valorizzare le piccole e medie imprese innovative, mentre Roberto Salvini, Lega Nord, ha sottolineato l’importanza di “Scegliere l’obiettivo giusto e andare sul sicuro per lo sviluppo” chiedendo ai rappresentanti dei poli tecnologici di “Aiutare a capire quali sono i giusti obiettivi per rendere competitive le aziende”. L’importanza del microcredito è stata invece sottolineata da Giacomo Giannarelli, M5s, che ha promesso di “Dare seguito alle richieste avanzate dai centri di ricerca e tecnologici”. Andrea Pieroni, Pd, ha affermato che “se ricera e innovazione sono la chiave di volta per un nuovo sviluppo, quanto oggi emerso deve diventare contenuto di documenti e proposte strutturate”. E Tommaso Fattori, Sì, ha affermato che “Manca un serio intervento pubblico”. Gianni Anselmi, Pd, ha evidenziato l’importanza di politiche in grado di valorizzare le differenti potenzialità territoriali, mentre Enrico Cantone, M5s, ha concluso il dibattito affermando che la politica deve aiutare la ricerca a sviluppare innovazione e tecnologia.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Questi i numeri diffusi dalla Regione Toscana in base agli aggiornamenti dell'Azienda Usl Toscana nord ovest relativi alle ultime 24 ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica